Come evitare le bruciature solari e le malattie della pelle

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 01/10/2017
Editor: Top Doctors®

Oggi sono aumentate le persone che tendono ad esporsi al sole senza protezione solare. Purtroppo tale abitudine è dannosa per la salute, come spiega il nostro esperto in dermatologia

Quali sono le bruciature solari?

Il sole può danneggiare in modo grave la pelle, ma non possiamo rinunciarci in modo definitivo visto che è fondamentale per l’apporto di vitamina D. La chiave è la prevenzione, proteggendo la nostra pelle prima dell’esposizione solare con creme adeguate.

Il sole irradia vari tipi di radiazioni come il calore, la luce ultravioletta di tipo A, B e C, e non tutto quel che irradia ha lo stesso grado di pericolo. Quel che è chiaro è che ci sono persone che sono molto più sensibili alla luce solare perché si proteggono male dal sole o perché hanno pelli molto chiare e con fototipi uno o due, occhi chiari o capelli biondi o rossi. Le persone con carnagione chiara sono più sensibili alle bruciature. Quel che fa il sole in generale è invecchiare la pelle, sia scura che chiara. A lungo andare il fattore solare è quello che stimola di più l’invecchiamento della pelle, e che quindi in seguito può provocare un cancro della pelle.

Un’eccessiva esposizione solare è dannosa, ma allo stesso tempo è utile in quantità minime per il nostro organismo, in modo da sintetizzare la vitamina D. 

Prevenire le bruciature solari

Una bruciatura solare deve essere trattata come tale, e a volte può essere sia di primo che di secondo grado. Le bruciature devono essere trattate con antinfiammatori o determinate creme. Per fare in modo che una persona non si bruci è necessario utilizzare una protezione solare in base al tipo di pelle. Una persona con la pelle molto bianca, per non bruciarsi, deve usare una protezione uguale o superiore a 30. Una persona di carnagione scura al contrario non ha bisogno di una protezione molto elevata.

Orticaria o bruciatura?

Per distinguere una bruciatura da un'orticaria dovuta all’esposizione solare occorre analizzare la zona colpita. Sia l’orticaria solare che un’eruzione cutanea polimorfa da prurito ma non dolore. Invece, una bruciatura della pelle provoca dolore e può provocare vesciche che si staccano.

Il trattamento per le eruzioni è diverso da quello per le bruciature. Quando una persona soffre di orticaria solare o eruzione polimorfa, la prima cosa che bisogna fare è prevenire la ricomparsa non esponendosi al sole per troppo tempo. A volte le eruzioni cutanee tendono a non andare via. In questo caso è necessario usare antistaminici e creme solari.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dermatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies