Dieta gluten free: quanto incide sullo stato nutrizionale?

Autore: Dott. Giancarlo Sandri
Pubblicato:
Editor: Sharon Campolongo

Chi è affetto da celiachia deve seguire una dieta senza glutine con lo scopo di ripristinare la funzionalità della mucosa intestinale, migliorando l’assorbimento dei nutrienti. Tuttavia, questo tipo di regime alimentare può incidere sullo stato nutrizionale di coloro che seguono questa dieta. Scopriamo insieme al Dott. Sandri Giancarlo, esperto in Scienze dell’Alimentazione, che cos’è esattamente la dieta gluten free e perché si tratta di una dieta squilibrata

Perché si deve seguire una dieta gluten free?

Chi soffre di celiachia deve seguire una dieta senza glutine. Ma che cos’è esattamente la celiachia? Erroneamente si pensa che sia un’allergia oppure un’intolleranza però, in realtà, si tratta di una malattia autoimmune che può coinvolgere non solo l’intestino, ma anche altre parti del corpo. Quindi, esiste una grande differenza tra celiachia ed allergia al grano, che attiva meccanismi immunitari diversi.

Nel celiaco sono spesso presenti sintomi extra intestinali come ad esempio candida, dermatiti ed emicrania, oltre alla compresenza di altre patologie o malattie autoimmuni:

  • Diabete di tipo I o diabete mellito,barattolo di pasta
  • Sindrome da intestino irritabile,
  • Tiroidite autoimmune di Hashimoto,
  • Dermatite atopica,
  • Artrite reumatoide,
  • Ipoplasia allo smalto dei denti,
  • Sindrome da stanchezza cronica.

Pertanto, è necessario che nei casi sospetti venga eseguita una corretta diagnosi che molto spesso viene ritardata. Per identificare tale patologia esistono test diagnostici che si realizzano sul siero di sangue del paziente:

  • Dosaggio delle Immunoglobuline di classe A (IgA);
  • Analisi genetiche per cercare la presenza dei geni DQ2 e DQ8, la cui assenza permette di escludere la celiachia. Tale esame si esegue solo nelle forme asintomatiche e con anticorpi negativi per la ricerca nel sangue dei soggetti con diagnosi sospetta degli anticorpi specifici e sensibili (cioè molto precisi) per celiachia.  

In che cosa consiste la dieta senza glutine?

Il trattamento della celiachia si basa sull’eliminazione di tutti quegli alimenti contenenti glutine dalla dieta. Infatti, grazie a questo regime alimentare vi è una scomparsa dei sintomi, permettendo la ricrescita dei villi intestinali e riducendo il rischio di sviluppare complicanze.

Tuttavia, la dieta gluten free è spesso sbilanciata, poiché contiene pochi micronutrienti (vitamine e sali minerali) e un eccesso di grassi e zuccheri semplici.

Ma perché c’è questo squilibrio nutrizionale? La causa va ricercata nelle abitudini dei celiaci di assumere nell’alimentazione di tutti i giorni pochi cereali per la paura di ingerire glutine, escludendo quindi di fatto e nel tempo quei principi nutritivi che sono essenziali per non andare incontro deficit nutrizionali, potenzialmente anche gravi.

Dott. Giancarlo Sandri
Dietologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.