Disbiosi: caratteristiche, cause e cura

Autore: Prof. Giuseppe Merra
Pubblicato: | Aggiornato: 23/04/2019
Editor: Antonietta Rizzotti

La disbiosi intestinale rappresenta un’alterazione della flora batterica spesso causata da abitudini del prorpio stile di vita e dall’uso di antibiotici. Il Prof. Giuseppe Merra, esperto in Medicina Interna a Roma, spiega le cause e in che modo è possibile trattare la disbiosi.

Cause principali della disbiosi intestinale

La disbiosi intestinale è un disturbo molto comune caratterizzato dalla perdita di equilibrio tra i ceppi batterici presenti nel tratto gastrointestinale.

Tra le principali cause del processo disbiotico dell’intestino ritroviamo soprattutto l’igiene e l’assunzione prolungata di antibiotici. Recenti studi hanno dimostrato le enormi differenze tra le popolazioni occidentali e quelle che vivono in condizioni pre-industriali. Inconsapevolmente ogni essere umano seleziona naturalmente i batteri che devono ospitare l’intestino e lo fa attraverso le sue abitudini e il suo stile di vita. Quindi le cause vanno ricercate in:

  • Alimentazione non equilibrata
  • Cattiva masticazione
  • Ritmo di vita e di lavoro stressante
  • Abitudine al fumo e alcol
  • Sedentarietà
  • Assunzione di lassativi e antibiotici
  • Mancanza di attività fisica
  • Esposizione ad ambienti o aria inquinata

Prima di intraprendere qualsiasi tipo di terapia per la cura della disbiosi è necessario individuarne le cause al fine di evitare di peggiorare la situazione, quindi attraverso un’accurata diagnosi è possibile stabilire se si tratta di:

  • Disbiosi putrefattiva
  • Disbiosi fermentativa
  • Disbiosi da funghi

Una modifica delle proprie abitudini alimentari è la prima forma di terapia da intraprendere per il suo trattamento.

E i probiotici, tanto in voga oggi?

I probiotici, ovvero dei microrganismi che apportano dei benefici a livello intestinale e sono in grado di riequilibrare la flora batterica. Una delle caratteristiche principali dei probiotici è quella di attivare dei processi antiinfiammatori e rafforzano la barriera mucosale.

Molti studi hanno dimostrato che i probiotici sono efficaci per il trattamento e la prevenzione di:

  • Stipsi
  • Diarrea
  • Alcune forme di allergie
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Sindrome del colon irritabile
  • Altre patologie gastroenterologiche 

Inoltre, sono in corso degli studi sui benefici che potrebbero apportare i probiotici ai fini della prevenire e del trattamento di dell’obesità e del diabete di tipo 2.

Prof. Giuseppe Merra
Medicina interna

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies