Elastofibroma sottoscapolare: non tutti sanno di cosa si tratta

Autore: Prof. Stefano Margaritora
Pubblicato:
Editor: Antonietta Rizzotti

L’elastofibroma sottoscapolare è una tipologia di tumore raro e benigno che normalmente si presenta nell’area sottoscapolare. Ce ne parla il Prof. Stefano Margaritora, esperto in Chirurgia Toracica a Roma

Che cos’è un elastofibroma sottoscapolare?

L’elastofibroma sottoscapolare è un particolare tumore, generalmente benigno, che si sviluppa tra la scapola e le coste, alDonna con dolore alla scapola di sotto dei muscoli che si vanno a inserire sulla scapola.

In realtà sembra un tumore superficiale perché ben visibile quando la scapola è mossa in avanti (movimento tipo “abbracciarsi”), invece è profondo ed a diretto contatto con la parete del torace. Si sviluppa lentamente e progressivamente nel tempo.

Qual è l’incidenza della patologia a livello nazionale e come si diagnostica?

L’elastofibroma sottoscapolare non è un tumore molto frequente e si rende visibile quando ormai abbastanza grande, proprio perché nasce al di sotto della scapola, in profondità al disotto dei muscoli dellla parete del torace.

Generalmente colpisce maggiormente le donne sui 60 anni in media e nel 30% dei casi è bilaterale. Può non presentare sintomi, tranne quando si effettuano determinati tipi di movimenti, come l’allungamento del braccio o con la scapola in tensione. In altri casi è possibile percepire una sensazione di scatto, non di dolore, durante alcuni movimenti del braccio, in particolare quando si fa un movimento di adduzione del braccio sul petto (tipo “abbracciarsi”).

Attualmente, la risonanza magnetica nucleare è l’unico mezzo attraverso cui individuare ed evidenziare le lesioni delle parti molli, anche se in molti casi basterebbe solamente la visita da uno specialista in Chirurgia Toracica, che sarà in grado di indentificare attraverso un esame clinico. Recentemente, con il migliorare della tecnologia, anche una semplice ecografia della parete toracica può evidenziare la presenza di un elastofibroma.

Qual è il trattamento maggiormente indicato per la cura dell’elastofibroma sottoscapolare?

L’unico trattamento indicato è l’asportazione chirurgica, intervento che in mani esperte è rapido e sicuro. La chirurgia viene normalmente eseguita nei seguenti casi:

  • Presenza di dolore;
  • Quando la lesione limita la corretta funzionalità del braccio;
  • Cause estetiche.

Viene eseguito in anestesia generale ed in genere ha una durata di circa 45-60 minuti.

 

Prof. Stefano Margaritora
Chirurgia toracica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies