Fasi e trattamento della capsulite adesiva della spalla

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 21/11/2017
Editor: Top Doctors®

Il termine spalla congelata o capsulite adesiva (CA), descrive una condizione caratterizzata da dolore e limitazione della mobilità della spalla attiva e passiva. L'eziologia o il grilletto stimolo iniziale è sconosciuto. Si ipotizza che meno trauma potrebbe avviare una risposta infiammatoria correttiva con maggiori fibroblasti e miofibroblasti creando uno squilibrio tra la fibrosi aggressivo e rimodellamento perdita collagene, producendo ritiro e rigidità della capsula. Il dolore precede tipicamente rigidità, suggerendo uno sviluppo di infiammazione alla fibrosi.

Profilo Paziente

Una prevalenza del 2-5% nella popolazione generale è stimata. Di solito colpisce le persone tra i 40 e 65 con una maggiore incidenza nelle donne e in dell'arto superiore non dominante. La loro presenza aumenta il rischio di sviluppare capsulite spalla controlaterale (34%). Ricorrenza nella stessa spalla è rara e simultaneo coinvolgimento bilaterale si verifica nel 14% dei casi. È più comune nei pazienti con diabete e malattie della tiroide.

Fasi capsuliti

Secondo Reeves capsulite adesiva ha tre fasi che si sovrappongono:

1) Fase doloroso. Si parte lentamente e dura per 2-9 mesi. Il dolore interferisce con il sonno, aumenta con il movimento del braccio e il paziente comincia a sentirsi mobilità limitata.

2) Fase rigido. Dura 3-12 mesi. Il problema principale è la mobilità limitata.

3) Fase di recupero, con una durata di 5-26 mesi.

Diagnosi

La diagnosi è principalmente clinica. L'esame dovrebbe includere la colonna cervicale. La spalla tipicamente ha limitato elevazione attiva e passiva, con meno di 120 e riduzione superiore al 50% in rotazione esterna. In fase iniziale può essere difficile distinguere la capsulite adesiva della tendinopatia di cuffia dei rotatori poiché la limitazione è minima e la forza muscolare può essere normale. Raramente sono necessari studi di imaging.

Trattamento

Anche se la storia naturale è a piena risoluzione, a volte non accade. Non vi è alcun accordo che ci permette di affermare quale sia il trattamento più efficace. Le opzioni includono: l'osservazione, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), i corticosteroidi per via orale, iniezioni di corticosteroidi, blocchi nervosi soprascapolari, distensione artrografica, manipolazione chiusa in anestesia e chirurgia.

Trattamenti che i risultati migliori si ottengono esercizi e iniezioni di corticosteroidi. Nelle prime fasi della CA, iniezione di corticosteroidi, ottiene i migliori risultati, si possono ridurre la sua storia di vita e permette una maggiore tolleranza all'esercizio. La maggior parte studi consigliano di esercizi di stretching. Il programma di esercizio eseguito in riabilitazione, contribuire a ridurre il dolore, migliorare la mobilità e la funzione. L'intervento dovrebbe essere l'ultima alternativa.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Ortopedia e Traumatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies