Glaucoma: l’importanza delle visite di controllo

Autore: Dott. Renato Tanzarella
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

Più di 1 milione di italiani soffre di glaucoma, ma solo 50% ne è consapevole. Il Dott. Renato Tanzarella, esperto in Oculistica a Varese, ci parla dell’importanza dei controlli periodici

Che cos’è il glaucoma?

Il glaucoma è una patologia degenerativa che colpisce gli occhi, causata generalmente da un’elevata pressione intraoculare che può portare ad ipovisione e, addirittura, cecità. Questa malattia colpisce soprattutto la popolazione anziana (60-65 anni), ma è possibile che si manifesti anche in soggetti di 40 anni.

Qual è la situazione in Italia?

In Italia circa 200.000 persone hanno perso la vista a causa del glaucoma e le prospettive per i prossimi 20 anni sono allarmanti. Questa patologia è infatti viene definita “il ladro della vista” proprio perché silente e priva di sintomi negli stadi iniziali: ciò comporta una diagnosi tardiva che impedisce di recuperare il campo visivo perso.

Quali sono le possibili forme di glaucoma?

Esistono due tipi di glaucoma:
Il primo viene definito “ad angolo aperto”, è la forma più diffusa e non manifesta sintomi fino alle fasi avanzate in cui chi ne soffre inizia a notare un calo della vista.
Il secondo viene chiamato “ad angolo chiuso” o “acuto” e si manifesta improvvisamente con un dolore molto intenso, spesso associato a fotofobia, nausea, vomito, lacrimazione e perdita della vista

Quali sono i fattori di rischio di questa malattia?

I fattori di rischio del glaucoma sono:

  • Età superiore ai 40 anni
  • Storia familiare di glaucoma
  • Traumi oculari
  • Diabete
  • Ipertensione
  • Miopia elevata
  • Episodi di aumento della pressione oculare
  • Assunzione prolungata di farmaci cortisonici

È possibile prevenire il glaucoma?

Fortunatamente è possibile prevenire questa malattia degenerativa: grazie ad una semplice visita oculistica è possibile eseguire precocemente la diagnosi di glaucoma ed intervenire in modo tale da rallentare la degenerazione della vista. Anche se non ci sono sintomi evidenti che facciano pensare al glaucoma, tutta la popolazione dopo aver superato i 40 anni di età dovrebbe sottoporsi a controlli periodici ed eseguire la misurazione della pressione oculare e un esame del nervo ottico. Proprio per sottolineare l’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce, l’Istituto Clinico San Carlo ha deciso di eseguire visite oculistiche di controllo ad un costo agevolato (€70).

Dott. Renato Tanzarella
Oculistica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies