Glutei brasiliani: non solo per le star!

Autore: Prof. Alberto Di Giuseppe
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

I cosiddetti glutei brasiliani, ottenibili grazie ad un lifting del gluteo, sono sempre più richiesti oggigiorno. Il Prof. Alberto di Giuseppe, esperto in Chirurgia Maxillo-Facciale e in Chirurgia Plastica ed Estetica a Milano, ci spiega in cosa consiste l’intervento

In cosa consiste il lifting del gluteo?

Il cosiddetto “lifting brasiliano” è una procedura in grado di migliorare la forma delle natiche aumentando la loro dimensione, sollevandole e modellando il loro contorno in modo da renderle più compatte e correggere eventuali anomalie proporzionali. Questa tecnica, che sta acquisendo sempre più popolarità, consente anche di migliorare l’aspetto fisico del paziente in generale, in quanto il grasso viene prelevato da aree specifiche del corpo del soggetto stesso (fianchi, cosce, addome, braccia, schiena, collo e petto).

Chi può sottoporsi a questo lifting?

È possibile eseguire questa tecnica in pazienti sani, con un peso normale ed una pelle adeguatamente elastica e compatta. Inoltre, dato che i risultati variano da persona a persona, è importante effettuare una visita con lo specialista che eseguirà l’operazione per verificare l’idoneità del paziente e per analizzare delle aspettative dello stesso, in modo che possa affrontare l’intervento con obiettivi realistici.

La giusta preparazione all’intervento per rendere il recupero più facile!

Prima di sottoporsi al lifting del gluteo, il paziente deve informare il chirurgo sulla sua storia medica e su eventuali terapie farmacologiche in atto. Di seguito, alcuni consigli per rendere più rapido il tempo di recupero e ridurre la possibilità di complicazioni:

  • Interrompere l’assunzione di qualsiasi farmaco, integratore o vitamina che abbia come effetto la fluidificazione del sangue in quanto potrebbe provocare ecchimosi ed eccessivo sanguinamento (verrà fornita al paziente una lista completa dei medicinali da evitare)
  • Evitare di fumare e di assumere alcolici sia prima che dopo l’intervento: si consiglia di smettere due settimane prima ed attendere almeno una settimana dopo l’operazione prima ricominciare a fumare (la nicotina potrebbe alterare la circolazione e di conseguenza la guarigione) e a bere alcolici
  • Bere molta acqua nei giorni che precedono l’operazione

Inoltre, per rendere più facile e comodo il recupero è importante:

  • Avere una persona di fiducia in casa che possa assistervi almeno nelle prime 24 ore
  • Avere a disposizione cuscini sufficienti, asciugamani per il drenaggio ed una compressione di ricambio
  • Tenere a portata di mano le ricette mediche

Lifting del Gluteo Brasiliano: l’operazione

L’intervento viene generalmente eseguito in Day Surgery o al massimo con un giorno di ricovero e l’anestesia utilizzata può essere sia locale con sedazione che generale, in base al volume di grasso da asportare e reimpiantare. La sua durata può variare da 90 minuti a 4 ore, a seconda del numero di aree da trattare, della quantità di grasso da rimuovere e della dimensione (e/o forma) dei glutei del paziente. La tecnica più utilizzata per la rimozione e l’impianto di grasso è la liposcultura tumescente con trasferimento di grasso autologo (cioè del paziente stesso). Questa procedura prevede l’utilizzo di un particolare liquido composto da anestetici ed adrenalina che, dopo essere stato iniettato nella zona da trattare, la intorpidisce e ne controlla il sanguinamento, in modo da rendere più facile l’estrazione del grasso con la sonda ad ultrasuoni selettiva in grado di sciogliere solamente il tessuto adiposo (VASER). Il grasso rimosso viene trattato e lavato per 2 o 3 volte e lasciato “decantare” prima di essere di nuovo impiantato tramite siringhe connesse ad una speciale capsula in grado di iniettarlo nel muscolo gluteo e sia in superficie che in profondità nei glutei, in modo da conferirgli il classico aspetto brasiliano.

Cosa bisogna aspettarsi dal postintervento?

A seguito dell’intervento il paziente potrà notare la presenza di lievi ecchimosi, dolore e perdita di sensibilità nella zona trattata, ma sono solo “effetti collaterali” temporanei che svaniranno in breve tempo (generalmente si può tornare a camminare dopo 24 ore). Inoltre i glutei risulteranno gonfi nei primi mesi, ma anche questa condizione si ripristinerà in modo naturale. In caso di forte dolore, nonostante vengano generalmente prescritti antidolorifici per tenerlo sotto controllo, è consigliato contattare lo specialista.

Le normali attività potranno essere riprese dopo circa una settimana dall’intervento. È importante cercare di sedersi il meno possibile sulla parte inferiore dei glutei (il peso dovrebbe essere situato più sulle cosce) e dormire sull’addome nelle prime due settimane, in modo da consentire la corretta rivascularizzazione del grasso impiantato. Inoltre, durante il primo mese il paziente dovrà indossare una speciale guaina compressiva ed evitare attività ad alto impatto come jogging, salti, ecc.

Il risultato finale della liposcultura sarà visibile dopo diverse settimane. Il paziente dovrà comunque seguire una dieta sana ed attività fisica regolare per preservare il nuovo l’aspetto dei glutei.

Prof. Alberto Di Giuseppe
Chirurgia plastica e estetica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies