Gotta: cause e conseguenze

Gotta: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 16/08/2018
Editor: Top Doctors®

Ogni anno la gotta colpisce più di mezzo milione di persone. È un'infiammazione delle articolazioni che provoca dolore intenso. Il nostro esperto in reumatologia ce ne parla in quest'articolo

Cos'è la gotta?

Gli attacchi di gotta consistono in episodi di infiammazione articolare molto acuta e dolorosa. Questa infiammazione è dovuta alla presenza di cristalli di sale dell’acido urico all’interno dell’articolazione.

I cristalli si formano soprattutto nelle articolazioni e nei tendini come conseguenza dei livelli elevati di acido urico nel sangue (iperuricemia) che frequentemente sono relazionate con cattive abitudini dietetiche e con l’assunzione di alcol, specialmente di birra. Il 7% degli uomini presentano livelli elevati dell’acido urico nel sangue, però solo una percentuale minore dà luogo a cristalli di urato e soffre di gotta. Le donne in età fertile o durante la menopausa possono subire livelli elevati di acido urico, però senza che si manifesti il medesimo problema maschile. Per le donne la gotta è molto meno frequente, anche se può manifestarsi dopo la menopausa, soprattutto se assumono diuretici.

Cause dell’apparizione della gotta

Le abitudini alimentari eccessive, oltre a poter produrre quel si chiama sindrome metabolica (obesità, ipertensione, diabete, livelli alti di colesterolo e lipidi nel sangue), aumentano l’acido urico nel sangue (iperuricemia), e sono la causa più frequente di iperuricemia e gotta. La gotta non deve essere dovuta all’ingestione di pochi alimenti. L’assunzione di diuretici, l’insufficienza renale, e , rare volte, altre malattie o predisposizioni genetiche, anche loro che producono iperuricemia e causano gotta. A volte, viene associata la diminuzione della funzione renale nel caso in cui è particolarmente conveniente trattarla.

Accumulazione dei cristalli di urato e attacchi di gotta 

L’accumulazione di cristalli di urato precede il primo attacco di gotta, il quale può ritardare ad arrivare. Nella maggior parte dei casi, la gotta si manifesta con la produzione dell’infiammazione articolare acuta e intensa, quasi sempre si usa una sola articolazione, che passa da un’infiammazione asintomatica a un’infiammazione acuta.

Dopo l’infiammazione, l’articolazione si gonfia e la sua superficie può arrossarsi, provocando dolore intenso. Le zone più comuni dove appare la gotta sono la base dell'alluce, il collo del piede, la caviglia, il ginocchio, il polso, o qualsiasi articolazione delle dita della mano.

Una diagnosi certa e esatta

L’identificazione dei cristalli nel liquido articolare permettono di eseguire una diagnosi precisa. La diagnosi basata sulle caratteristiche cliniche della malattia e l’esistenza di livelli elevati di acido urico nel sangue è approssimativa. Radiografia e risonanza magnetica non permettono di diagnosticare la gotta.

Conseguenze della gotta

Inoltre agli attacchi che possono risultare molto dolorosi e temporalmente invalidanti (sono di solito più frequenti e intensi con il passare del tempo) possono tardivamente danneggiare le articolazioni o apparire dei noduli vicino ad alcune articolazioni chiamati tofi. La conseguenza più inquietante è il fatto che la gotta aumenta il rischio di patire una malattia cardiovascolare, come l’infarto del miocardio e altre complicazioni dell’arteriosclerosi. Di recente, è stata associata all’impotenza, la cui origine è frequentemente vascolare.

Trattamento della malattia

La gotta è una malattia con un trattamento molto efficace e curabile, visto che il deposito di cristalli è reversibile, riducendo l’uricemia a livelli normali. Gli attacchi sono in generale facili da trattare.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Reumatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies