I disturbi della personalità: quali sono?

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 21/09/2017
Editor: Top Doctors®

Di solito quando sentiamo parlare di disturbo della personalità che si riferisce a una forma particolare di essere, alla nostra personalità, o condotta, pensiamo senza esitare di non esserne affetti, perché ognuno di noi non pensa di essere una persona “equilibrata”. La forma clinica per definizione però, non è niente di più che un protocollo standardizzato con l'unico fine di definire e riconoscere i diversi criteri, che per la loro propria difficoltà, ambiguità e sottigliezza hanno bisogno di un protocollo definito per avere una valutazione psicodiagnostica e per definire i trattamenti più indicati, come ci spiega in questo articolo il nostro esperto in psicologia

Come possiamo capire se noi o i nostri figli adolescenti abbiano bisogno di un aiuto?

Possiamo capire in un certo senso se ne abbiamo disturbi della personalità facendo caso a determinate attività e comportamenti quotidiani che eseguiamo. Se il nostro comportamento va aldi fuori dai modelli che si considerano nella norma, oppure che si allontanano o sono completamente diversi da quelli che si vedono nelle altre persone. Oppure ancora, se le nostre risposte emotive saltano fuori in maniera completamente differente. Inoltre possiamo renderci conto di cosa non va se qualcosa nel nostro comportamento non sta avendo una forma adeguata in generale, sia nel modo di pensare che di agire. In più bisogna analizzare anche i nostri impulsi e come riusciamo a controllarli.

Quali sono i disordini che si possono incontrare?

I disordini della personalità più specifici possono oscillare tra due estremi opposti, da totale introversione caratteriale a un’alterazione estrema dell’autostima, fino al non riuscire più a controllare i propri impulsi, con una personalità al limite e antisociale.

Come riconoscere i sintomi da disturbo della personalità?

In un primo momento non si riconosce questo disturbo e si pensa di più a temi fobici. Per questo le consulte devono essere molto approfondite in modo da individuare il disturbo evitante di personalità e disturbo di dipendenza così come le personalità incoerenti e ossessive. Per questo le tematiche di un paziente devono essere abbordate in modo approfondito. A volte solo alcuni sintomi si possono evidenziare, rendendo la diagnosi del paziente più complicata.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Psicologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies