I primi dentini: consigli utili per aiutare il tuo bambino

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 21/11/2017
Editor: Top Doctors®

A che età dovrebbe iniziare il mio bambino a portare l’apparecchio? Qual è il tipo di apparecchio ortodontico è il più adatto? Quanto tempo dovrà portarlo? In questo articolo, i migliori specialisti in odontoiatria pediatrica rispondono a tutti i dubbi più comuni delle mamme.

 

Qual è il momento migliore per mettere l’apparecchio?

Non esiste un buon momento per iniziare ad usare l’apparecchio: tutto dipende dalla gravità dei problemi che il bambino presenta. Per esempio, se notate che vostro figlio ha uno spazio fra i denti, è consigliabile non precipitarsi. È importante aspettare che compia 12-13 anni per scegliere un buon apparecchio che possa raddrizzare ed allineare i suoi dentini.

D’altra parte, se la preoccupazione nasce da un'anomalia ortopedica, come ad esempio che il bambino non riesca a chiudere bene la bocca, è possibile che ci sia la necessità di iniziare un trattamento ortodontico precoce, prima che avvenga il cambio dai denti da latte ai definitivi. Si cercherà di ottenere una corretta occlusione, seguita da un periodo di riposo. In una seconda fase, si allineeranno i denti in una posizione ortopedicamente corretta.

 

Quando è possibile effettuare un solo trattamento?

Sicuramente dipenderà dal tipo di problema: se si tratta di un problema ortopedico, sarà necessario effettuare un trattamento diviso in due fasi. In una prima fase, intorno ai 9 anni, si corregge il problema osseo, cioè la forma in cui il bambino chiude il morso. Si tratta di una procedura lunga, che avrà successivamente bisogno di un periodo di riposo. In seguito, si valuterà la possibilità di seguire con la seconda fase di allineamento dei denti.

D’altra parte, se il bambino ha una perfetta occlusione dentale ed ha solo bisogno che gli si raddrizzino i denti, è necessario aspettare che abbia più di 12 anni per ricorrere a un apparecchio fisso.

 

Qual è il tipo di apparecchio giusto?

Solo ne esistono due tipi: l’apparecchio fisso e quello mobile. Gli apparecchi fissi hanno molto controllo sul dente, dato che esercitano una pressione continua ma leggera. I denti infatti, si muovono più facilmente tramite una forza delicata e costante. Al contrario, gli apparecchi mobili, quando indossati, esercitano sui denti una forza intensa e discontinua.

Dunque, in generale, si potrebbe pensare che l’apparecchio fisso sia migliore, anche se ha i suoi lati negativi. Infatti, ha bisogno di molte cure, dato che espone il bambino ad un elevato rischio di carie.

 

Quanto dura il trattamento?

La durata di un trattamento di ortodonzia pediatrica dura all’incirca due anni. È importante che il bambino venga seguito dallo specialista, ma soprattutto dai suoi genitori: se il trattamento si esegue correttamente, l’igiene orale è impeccabile e il bambino diligente, sicuramente diminuirà il tempo di attesa.

 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Odontoiatria


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies