I progressi tecnologici nella fecondazione in vitro

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Oggi esiste una nuova tecnica innovativa per la fecondazione in vitro, un metodo efficiente per le coppie che vogliono avere figli. Ce ne parla il nostro esperto in procreazione assistita

Cos’è la fecondazione in vitro?

La fecondazione in vitro (FIV) è una tecnica di riproduzione assistita che consiste nell’unione degli spermatozoi e dell’ovulo al di fuori dall’apparato riproduttore della donna, ovvero in un laboratorio. Attualmente, la tecnica più usata è la ICSI o microiniezione ovulare. In passato si usava la FIV classica o tradizionale, che consiste semplicemente nel mettere in contatto gli ovuli e gli spermatozoi per fare in modo che si fecondino da soli.

Come si esegue il processo di FIV?

Il processo consiste nello stimolare l’ovulazione della donna durante 10-12 giorni, ottenendo, in seguito ad una puntura ovarica, un numero determinato di ovuli che a loro volta uniti agli spermatozoi danno luogo a un numero di embrioni che vengono trasferiti nell’utero (massimo 3, in generale 2 e a volte anche solo uno), dopo 2, 3 o 5 giorni. Se vi sono troppi embrioni, si congelano per una seconda opportunità se non si è riusciti a conseguire nulla, o per un secondo figlio nel caso in cui la prima volta abbia funzionato.

Chi può eseguire la fecondazione in vitro?

La fecondazione in vitro è indicata nel caso in cui le tube di Falloppio siano difettose o chiuse, quando ci sono alterazioni nella quantità e/o motilità e/o morfologia degli spermatozoi, anche quando tecniche più delicate come l’inseminazione artificiale non abbiano avuto successo.

Incubatrice con Embryoscope

Uno dei progressi più recenti fatti per la FIV è la creazione di incubatrici con “time lapse”, conosciuta come Embrioscope, che permette di conoscere in modo dettagliato l’evoluzione dell’embrione. Questa valutazione viene fatta minuto per minuto, mantenendo condizioni ambientali stabili, tutto viene monitorato attraverso un computer. Questo presuppone una gran differenza rispetto all’incubatrice tradizionale, per cui bisogna controllare ogni giorno gli embrioni al microscopio.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Procreazione assistita


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..