Il tumore al rene

Autore: Prof. Francesco Rocco
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

Il Tumore al rene è una forma di cancro, molto aggressiva, che colpisce direttamente l’organo. Ma cosa sappiamo oggi di questo grave male? E quali sono le possibilità per il paziente che ne è affetto? Risponde l’esperto in Urologia a Milano, Dott. Francesco Rocco

 

Quali tipi di tumori al rene esistono?

Nel rene, come in altri organi, esistono tumori benigni e tumori maligni: i tumori benigni sono costituiti da forme che tendono a crescere nel tempo ma senza infiltrare, sovvertire e distruggere le strutture dell’organo che li ospita; i tumori maligni sono quelli che, al contrario, infiltrano, aggrediscono, si espandono distruggendo l’organo ospite e tendendo a formare metastasi.

Nel rene esistono sia le forme benigne che maligne: le forme benigne sono principalmente costituite dalle cisti, dall’oncocitoma e dall’angiomiolipoma; le forme maligne sono prevalentemente chiamate tumore a cellule chiare del rene, anche se ne esistono di diverse varietà, e si tratta di malattie che si espandono lentamente ma inesorabilmente e tendono a formare poi anche metastasi.

 

Sintomi e cause del tumore al rene

I sintomi del tumore del rene sono prevalentemente dovuti alla presenza di sangue nelle urine, al dolore nella regione del fianco o addirittura alla comparsa di una tumefazione addominale. Tuttavia, questi segni che una volta erano considerati tra i più precoci, oggi sono ampiamente anticipati dagli esami generali che vengono eseguiti per varie cause, come l’ecografia addominale, la risonanza nucleare magnetica, la tac, fatte anche per motivi diversi, ci permettono di diagnosticare tumori piccoli e ancora completamente silenti dal punto di vista sintomatologico.

 

Come si cura il tumore al rene?

I tumori del rene possono essere curati prevalentemente in modo chirurgico. Se la forma è abbastanza limitata dimensionalmente, entro i 5-6 centimetri, e non è collocata in un punto troppo vicino ai vasi renali, può essere asportata la massa salvando il rene. Se, viceversa, il tumore è troppo grosso, occorre togliere tutto il rene. Si dice che sia opportuno anche togliere i linfonodi, anche se questo è discusso, e viene portato via anche il grasso che lo avvolge e lo sostiene.

Nel caso in cui la malattia sia andata oltre i limiti chirurgici, bisogna ricorrere a cure mediche. In passato si praticava l’immunoterapia, oggi invece esistono tutta una serie di nuovi farmaci che possono dare ottimi risultati.

 

Come si previene il tumore al rene?

Non si conoscono cause sicure di formazione del tumore al rene. Pertanto è estremamente difficile anche dare dei suggerimenti per prevenirne la formazione.

Si dice classicamente che abolire il fumo, combattere l’obesità e curare la pressione elevata del sangue, sia in qualche modo il sistema più verosimile per prevenire la formazione di questa malattia.

Prof. Francesco Rocco
Urologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies