Immunoterapia contro i tumori: quali sono i suoi vantaggi?

Autore: Dott. Sergio Del Bianco
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

Il Dott. Sergio Del Bianco, esperto in Oncologia a Roma, ci parla dell’immunoterapia, un trattamento che sta offrendo buoni risultati nella cura di numerose neoplasie

Che cosa s’intende per immunoterapia e a cosa serve?

L’immunoterapia (oncologica) è un trattamento che agisce attraverso il sistema immunitario del paziente, stimolando tutte (o alcune) delle componenti cellulari dello stesso.

Lo scopo è quindi quello di ottenere una citoriduzione cellulare tumorale (riduzione del numero di cellule tumorali) mediante l’attivazione della risposta immunitaria cellulare.

L’immunoterapia oncologica attualmente impiegata (che così tanti e significativi risultati ha ottenuto e sta ottenendo), è essenzialmente costituita da farmaci (di fatto anticorpi mirati) chiamati “check point inibitori”.

In cosa consiste l’immunoterapia oncologica?

In pratica esistono dei “Check points” (“punti di blocco”) che il sistema immunitario utilizza, specie mediante le cellule dette “linfociti T”, per far “partire l’attacco” verso le cellule tumorali.

Purtroppo però, le cellule tumorali stesse sfruttano questi “freni” proprio per evitare di essere aggredite, arrivando a “penetrare” il sistema stesso.

In quali casi è indicata l’immunoterapia?

L’immunoterapia è già attualmente indicata per diverse patologie oncologiche (melanomi, tumori del polmone, tumori della vescica, tumori del rene).

In questi ultimi anni peraltro, si sta assumendo una efficacia che interessa “orizzontalmente” quasi tutte le patologie oncologiche che evidenziano biomarcatori ritenuti indicativi di efficacia (espressione PD-L1, TMB = “Tumor mutations burden”), anche se la ricerca sui biomarcatori in tal senso deve ancora fornire certezze a 360°.

Risultati significativi si osservano infatti anche nelle seguenti patologie:

  • Tumori del seno (specie un particolare sottogruppo, “Triplo negativo o BNBC”)
  • Tumori gastrici
  • Tumori intestinali
  • Tumori dell’utero
  • Tumori dell’ovaio
  • Tumori della prostata

Quali sono i vantaggi dell’immunoterapia?

Il vantaggio più eclatante dell’immunoterapia è che, nei casi in cui è efficace, le risposte possono permanere anche molti anni dall’inizio del trattamento (fino a 10 nelle esperienze attuali!).

A fronte di ciò, vi è tossicità (come in ogni trattamento efficace), ma comunque di gran lunga inferiore e, nella maggior parte dei casi, più facilmente gestibile della chemioterapia.

Dott. Sergio Del Bianco
Oncologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies