La brachiterapia aumenta le possibilità di guarigione dal cancro alla prostata

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Benjamin Guix di IMOR L' Istituto IMOR è uno dei centri di riferimento nel campo dei trattamenti oncologia radiazioni. Abbiamo parlato con il Dr. Benjamin Guix, direttore di IMOR e professore di radioterapia e di medicina fisica presso l'Università di Barcellona, ​​a parlare con noi sui progressi nel trattamento del cancro per il cancro alla prostata.

Ha molto cambiato il trattamento del cancro alla prostata negli ultimi tempi?

Molto. Oggi possiamo dire che se abbiamo una diagnosi precoce del tumore è possibile ottenere un tasso di cura vicino al 100%. Per fare questo, come sempre, deve effettuare controlli periodici della partitura PSA è quello che indica un possibile rischio di cancro alla prostata.

Quando dovrebbe rendere tali controlli?

Le statistiche ci mostrano che ogni volta che abbiamo pazienti con tumori della prostata più giovani, così idealmente iniziare averli ogni due anni a partire da 40 anni Pensate cancro della prostata è la più comune tra gli uomini, così il controllo è essenziale per raggiungere la piena guarigione.

Quali tecniche sono attualmente utilizzati in IMOR?

Quando diagnosticato nelle fasi iniziali, il tumore è di solito si trova in una parte della prostata. E 'ciò che noi chiamiamo tumore-fine del corpo. Per i tumori viene utilizzato meno rischio di brachiterapia, una tecnica che applica radiazioni sulle cellule malate e in una sessione di poche ore che viene eseguita in un solo giorno raggiunge una cura 99% entro monitorare 10 a 15 anni. Se il tumore è più aggressivo, la novità principale è la brachiterapia radiazione esterna combinata con dose alta, con i risultati che sono in giro per la cura 95-98% con lo stesso periodo di follow-up.

Quali sono i vantaggi di queste tecniche?

Oltre alla sua efficienza, questo tipo di prostatectomia radioterápicas evitare azioni, vale a dire, non rimuovere il paziente prostata. Ciò implica l'assenza di incontinenza urinaria e, in un'alta percentuale di casi, la disfunzione erettile è anche evitata. Sono tecniche che non hanno effetti collaterali, senza sequele e migliorano la qualità della vita dei pazienti. In realtà, queste tecniche note come radioterapia stereotassica corpo (SBRT) - sono più selettivi nel preservare il tessuto sano e sono anche cominciando a essere applicato nel trattamento di altri tumori, tra cui il cancro del polmone.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Radioterapia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies