Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies
 Redacción de Topdoctors

Redacción de Topdoctors
Oculistica

La DMAE, i nuovi progressi nel trattamento

Uno dei modi più che subiscono con il passare del tempo è la vista. Da 50 anni, e in seguito dal 65, i nostri occhi sono più sensibili alla malattia degenerativa della retina centrale chiamato AMD (degenerazione maculare Age). Ci sono molti sottotipi, ma ci sono fondamentalmente due forme di AMD: asciutto e bagnato o essudativa o atrofiche. Nella maggior parte dei casi di perdita di visione grave è dovuta a forme umidi, in cui sanguinamento e ictus si verificano all'interno degli strati della retina nella macula, cioè, al centro del campo visivo. Tuttavia, in fase avanzata, entrambe producono cecità nel centro della visione, più necessaria per la vita quotidiana. È proprio la visione necessaria per leggere, identificare una faccia, di guida, etc.

Rilevamento e trattamento

Grazie alla ricerca in molti centri per gli ultimi 20 anni, siamo riusciti molecole che l'iniezione intraoculare, hanno consentito il cambiamento della prognosi infausta che aveva forme bagnate della malattia finora. Tuttavia, c'è ancora molto dibattito su quale sia il miglior regime di trattamento per l'amministrazione.

Nel nostro centro abbiamo trascorso molti anni alla ricerca tutti questi farmaci e il modo migliore per gestire attraverso linee guida personalizzate per il miglioramento massimo visiva. La nostra missione è non solo per garantire che i pazienti approfondiscono o almeno non perdono, ma può essere mantenuta nel tempo. La forma atrofica di AMD, tuttavia, ancora senza trattamento. Allo stato attuale, insieme alle malattie degenerative della retina, è il nostro lavoro incompiuto e la nostra più grande sfida. Nel maculare Institut i retinica ci siamo dedicati alla ricerca di queste malattie per anni e siamo stati in grado di dimostrare nel nostro Paese nuovi farmaci in sperimentazione clinica in Fase I. Attualmente, stiamo sviluppando diverse linee di ricerca per arrivare il più presto possibile avere alcun trattamento efficace.

* Questo articolo è stato pubblicato nel numero 2 di TheDoctors Magazine, ottobre 2012.

Pubblicato da: Top Doctors®

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione