La qualità della vita nei pazienti con psoriasi

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

I problemi di psoriasi possono manifestarsi a qualsiasi età, anche se i soggetti più colpiti sono gli adulti, con i primi sintomi mediamente tra i 15 e 25 anni. Ce ne parla il nostro esperto in dermatologia

Come colpisce la malattia della psoriasi?

Più di 125 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di psoriasi. La psoriasi è una dermatite cronica che colpisce molte persone che soffrono di problemi cutanei. Attualmente non ci sono cure definitive per questo tipo di malattia. Quel che si può dire è che la psoriasi in sé danneggia molto le persone che ne soffrono. La qualità della vita infatti ne risente molto, la malattia diventa complessa e cronica, senza cura e con cause non ancora ben conosciute, anche se per molti fattori possiamo trovare una predisposizione genetica.

Sono stati fatti progressi per trattare la malattia?

I passi avanti nelle ricerche permettono di vivere in modo normale senza fastidi che potrebbero influire sul benessere quotidiano. Ciò non toglie che la psoriasi colpisce in modo significativo la qualità della vita dei pazienti.

È stato osservato che la psoriasi ha un impatto fisico ed emozionale nella qualità della vita dei pazienti, simile ad altre malattie croniche come il diabete, la depressione, l’ipertensione o il cancro.

Come colpisce la psoriasi nella vita dei pazienti che ne sono affetti?

Il problema clinico della psoriasi influisce sull’immagine del paziente e provoca molto spesso il rigetto degli altri, quel che influisce sulla sua vita sociale, familiare, di coppia, sessuale o lavorativa. Questo può provocare ansia e depressione, produrre un aumento del consumo di alcol, tabacco o cibo e può dare disturbi di concentrazione sia nel lavoro che nello studio.

Le cifre che attestano quanto la malattia influisce sulla qualità della vita del paziente sono sconvolgenti: il 68% soffre di problemi di sonno, il 56% di difficoltà sessuali e il 28% afferma che la psoriasi colpisce significativamente le sue attività giornaliere. 

Per questo, benchè ci siano oggi molte soluzioni per limitare il problema, non esiste una cura definitiva, e la malattia colpisce in modo significativo le persone che ne sono affette.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dermatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies