La ricostruzione della laringe dopo la chirurgia oncologica con i muscoli del collo

Autore: Prof. Giancarlo Pecorari
Pubblicato:
Editor: Gloria Conalbi

La laringe è un organo fondamentale ai fini della nostra respirazione, deglutizione e per la nostra voce. Il Prof. Giancarlo Pecorari, esperto in Otorinolaringoiatria a Torino, ci illustra l’intervento di ricostruzione della laringe con i muscoli del collo

Cos’è la laringe?

La laringe è un organo impari e mediano che si trova al centro del collo ed è costituita da tre strutture: Sovraglottica, Glottica e Sottoglotica. Ha tre fondamentali funzioni: quella fonatoria (che consente di parlare); quella respiratoria e la più importante di tutte, quella sfinterica (che consente di deglutire). Tutte le malattie della laringe causano alterazioni della voce (Difonia), della respirazione (Dispnea) ed alterazione della deglutizione (Disfagia). Tali sintomi sono più o meno gravi a seconda del tipo e della estensione della malattia che li ha causati.  

Quando si rende necessaria una ricostruzione della laringe?

La ricostruzione della laringe si rende necessaria in caso di asportazione parziale o totale della stessa per cause oncologiche o traumatiche. La diagnosi si avvale di una accurata vista Otorinolaringoiatrica (con fibre ottiche), di una TC o di una Risonanza Magnetica con o senza mezzo di contrasto (secondo la patologia che vogliamo indagare) e da una biopsia che accerterà la presenza o meno di una patologia infiammatoria o tumorale.

Qual è la procedura per l’intervento di ricostruzione della laringe con i muscoli del collo?

La ricostruzione della laringe con i muscoli del collo è una tecnica di ricostruzione laringea che si attua per interventi che prevedono un’asportazione parziale e non totale della laringe. L’indicazione è quindi per tumori non particolarmente estesi e che interessano soprattutto la zona dove si trovano le corde vocali.

Quali sono i vantaggi di questo tipo di intervento?

I vantaggi di questo tipo di ricostruzione sono quelli di non alterare il normale movimento della laringe durante l’assunzione dei cibi, consentendo quindi una deglutizione molto simile a quella naturale. Questa tecnica rappresenta una assoluta innovazione nel campo della chirurgia ricostruttiva laringea. Ovviamente sono disponibili altre tecniche di ricostruzione laringea che devono e che possono essere utilizzate a seconda della sede e dell’estensione del tumore ma che hanno tutte un comune denominatore: quello di alterare più o meno profondamente la deglutizione e quindi ritardare il completo recupero nel bere e nel mangiare.

Prof. Giancarlo Pecorari
Otorinolaringoiatria

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies