La rimozione dei polipi endometriali

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Antonietta Rizzotti

L'endometrio (rivestimento interno dell'utero) è una struttura dinamica che risponde a diversi stimoli ormonali. Alcuni ormoni (estrogeni) possono causare cambiamenti proliferativi mentre altri (progesterone) possono avere effetti contrari.

Che cosa è un polipo endometriale?

Quando l’endometrio presenta una crescita eccessiva endometriale potrebbe favorire la comparsa di polipi endometriali. I polipi sono quindi formazioni di origine endometriale che contribuiscono alla proliferazione dell’endometrio.

Quali sono i sintomi più comuni di un polipo endometriale?

I polipi possono essere asintomatici, ma possono anche causare sanguinamento di origine uterina (metrorragia), di solito irregolare, non necessariamente legato alle mestruazioni. In ogni caso, i polipi non causano dolore

In cosa consiste il trattamento di polipi endometriali?

Qualora si sospettasse la presenza di un polipo endometriale, individuato per mezzo di una visita o dopo aver eseguito un’ecografia, sarebbe opportuno confermare la diagnosi attraverso un biopsia escissionale (asportazione del polipo). La rimozione del polipo è necessaria per escludere la presenza di tessuto maligno nel polipo, in quest’ultimo caso è opportuno intervenire di conseguenza.

Come si diagnostica la presenza di un polipo endometriale?

Il modo più semplice per confermare la presenza di un polipo endometriale è quello di eseguire una isteroscopia. Ovvero l'introduzione di un’ottica all'interno dell'utero che dà la possibilità di introdurre simultaneamente altri strumenti che permettono l’escissione del polipo.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Ginecologia e Ostetricia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies