Le domande più frequenti sul melanoma

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

Il melanoma è un tumore maligno della pelle che generalmente si sviluppa a partire dai melanociti. Tali cellule cutanee sono quelle incaricate nella produzione di melanina, un pigmento marrone che ricopre la pelle (rendendola più scura) e la protegge dalla luce del sole. Come ci spiega il nostro esperto in Dermatologia, il tumore può apparire sotto forma di lesione o macchia che cambia aspetto, forma e colore (in genere sono di colore marrone scuro poiché tali cellule producono continuamente melanina)

Quali persone sono maggiormente predisposte alla comparsa del melanoma? È possibile prevenirlo?

Le persone con capelli, carnagione e occhi chiari o che riscontrano una maggiore difficoltà nell’abbronzarsi e presentano molti nei e macchie sulla pelle hanno una maggiore probabilità di sviluppare un melanoma. Tali soggetti, poiché più vulnerabili a causa della luce solare, devono seguire certe norme di comportamento a fini preventivi. È importante, inoltre, conoscere i casi patologici analoghi registrati in famiglia poiché potrebbero esserci dei legami genetici associati al melanoma. Tutti coloro che presentano rischi concreti di sviluppare tale patologia devono necessariamente proteggersi dal sole in maniera responsabile, specialmente durante la giovane età. In questo caso valgono i consigli tradizionali, ovvero evitare l’esposizione al sole durante le ore più calde, utilizzare una crema solare foto-protettiva durante tutto l’anno e proteggere gli occhi con occhiali da sole.

 

Come viene diagnosticato il melanoma?

L’apparizione di nuove macchie o nei o i cambiamenti di forma o colore di quelli già esistenti rappresentano segnali d’allarme riconducibili al melanoma. In tal caso occorre consultare uno specialista che valuterà il quadro clinico del paziente in maniera dettagliata, osservando le macchie o le lesioni e la relativa evoluzione. Al fine di individuare il tumore della pelle, si utilizzano alcune tecniche non invasive come la dermatoscopia, la mappatura digitale del corpo o l’ecografia. L’unica tecnica diagnostica per individuare precocemente il melanoma consiste nell’esaminare le pelle periodicamente (anche quella dei famigliari), cercando di rilevare possibili asimmetrie, bordi irregolari, cambiamenti cromatici o di dimensione delle macchie o dei nei.

 

Qual è il trattamento previsto per la cura del melanoma?

Al fine di evitare che il melanoma coinvolga più zone della pelle arrivando persino a coinvolgere organi interni, occorre trattarlo tempestivamente. Il trattamento chirurgico è quello più diffuso: viene asportato il tumore e il tessuto circostante alla zona interessata in modo da rimuovere tutte le possibili cellule infette. In alcuni casi, in seguito all’operazione chirurgica, la radioterapia può essere impiegata per eliminare le cellule infette impossibili da rimuovere chirurgicamente. Altro metodo utile per la cura del melanoma è l’immunoterapia grazie alla quale viene stimolata la risposta immunologica del nostro organismo che provvede, così, a distruggere ciò che rimane del tumore della pelle. I pazienti che hanno subito un trattamento legato al melanoma dovranno effettuare esami clinici periodici mediante i quali verrà esaminato lo stato della pelle.  

 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Dermatologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies