Mastoplastica: come correggere l’aspetto del seno

Escrito por: Dott. Ezio Nicola Gangemi
Publicado:
Editado por: Giulia Surace

Uno dei modi per correggere l’asimmetria o il volume mammario è ricorrere alla mastoplastica, lo scopriamo con il nostro esperto il Dott. Ezio Nicola Gangemi in Chirurgia Plastica a Torino

Cosa è la mastoplastica?

La mastoplastica è una tecnica chirurgica che prevede il miglioramento della forma, della posizione e del volume mammario.

In quali casi va eseguita la mastoplastica?

Si parla di:

  • Mastoplastica additiva: per aumentare la taglia del seno. Solitamente viene richiesta da giovani donne con marcato o assente sviluppo mammario che porta a un disagio psico-fisico importante;
  • Mastoplastica riduttiva: per ridurre il volume mammario. La gigantomastia o seno grande può essere costituzionale o successiva a gravidanze/allattamento e comporta solitamente dolori cervicali, alterazioni della statica vertebrale e dermatiti ricorrenti sotto il seno;
  • Mastopessi: per correggere la posizione del seno. Il seno cadente compare a seguito di dimagrimento o ripetute gravidanze con allattamento comportando un disagio psico-fisico con disturbo della propria immagine corporea.

Come scegliere le protesi giuste per il seno?

Le protesi mammarie vengono utilizzate per la mastoplastica additiva, alcune volte insieme alla mastopessi e per correggere asimmetrie mammarie. Possono essere di forma rotonda o anatomica, a contenuto di gel di silicone o di acqua e con rivestimento in gel coesivo, liscio o di poliuretano. Sarà lo specialista in Chirurgia Plastica in base alla visita a concordare insieme alla paziente la tipologia di protesi più adatta alle sue esigenze/desideri. Non esistono limitazioni collegate all’età perché l’indicazione all’utilizzo delle protesi è legato alle motivazioni personali della paziente.

Come si svolge la visita pre-operatoria?

La visita è il momento fondamentale per arrivare alla decisione per l’intervento di mastoplastica. Lo Specialista in Chirurgia Plastica dapprima ascolterà i desideri e le motivazioni della paziente, poi visiterà il suo seno per fornire un parere tecnico sulle reali possibilità di miglioramento della forma, della posizione e del volume mammario. Seguirà un momento di riflessione da parte della paziente accompagnato anche da un preventivo dettagliato. In caso di decisione per l’intervento proposto ci sarà una seconda visita per scegliere le protesi e concordare i dettagli.

In cosa consiste l’operazione di mastoplastica?

L’intervento viene sempre effettuato in anestesia generale in un ambiente di sala operatoria all’interno di una struttura di ricovero. Sono previste delle cicatrici che variano a seconda del tipo di mastoplastica ma che tendenzialmente saranno contenute e posizionate in punti nascosti dal reggiseno.

Quanto dura la degenza operatoria?

La degenza operatoria è variabile a seconda del tipo di mastoplastica e solitamente di 1-2 giorni. Sono previsti dei drenaggi, cioè piccoli tubicini in grado di drenare eventuale siero o sangue, che vengono rimossi in ambulatorio dopo 2-3 giorni. La guarigione delle ferite è completa a 10-15 giorni. Il risultato della mastoplastica è visibile fin da subito ma si stabilizzerà dopo il primo mese. Per questo motivo è necessario indossare fin da subito un corpetto contenitivo.

Por Dott. Ezio Nicola Gangemi
Chirurgia plastica e estetica

Ver perfil

Valoración general de sus pacientes


Este sitio web utiliza Cookies propias y de terceros para recopilar información con la finalidad de mejorar nuestros servicios, para mostrarle publicidad relacionada con sus preferencias, así como analizar sus hábitos de navegación..