Ostruita defecazione: a cosa è dovuta?

Autore: Dott. Sergio Agradi
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

La stitichezza non sempre dipende dalle cattive abitudini alimentari. Ce ne parla il Dott. Sergio Agradi, esperto in Chirurgia Generale a Milano

Sono molte le persone che soffrono di stipsi, cioè che non hanno una normale defecazione, sia come tempi che come frequenza di evacuazione. Non sempre, però, la stitichezza dipende dal tipo di dieta o dalle abi­tudini di vita. Soprattutto nella donna, la causa del problema è spesso l’ostruita defecazione, causata da un problema al canale ano-rettale (la parte finale dell’apparato digerente): a vol­te la mucosa del retto prolassa ostacolando il passaggio delle feci, ragione degli sforzi per evacuare; altre volte la muscolatura del retto si sfianca creando una sacca che protrude verso la vagina (la donna deve schiacciare la vagina per far passare le feci); altre volte residui di feci rimangono in piccole tasche mucose, lascian­do la sensazione di dover ancora defecare o la necessità di andare in bagno più volte.

 

I sintomi che devono far pensare ad una sin­drome da ostruita defecazione sono:

• Sensazione di evacuazione incompleta;

• Più tentativi defecatori al giorno;

• Lungo tempo trascorso in bagno;

• Particolari posture e manovre di supporto del perineo, fino all’inserzione delle dita in vagina e/o nel canale anale (digitazione);

• Sanguinamento dopo o durante la defecazio­ne.

 

Dopo accurate indagini volte ad escludere patologie più gravi, qualora norme comportamentali, alimentari e l’uso di lassativi non fossero sufficienti, in presenza di prolasso e/o rettocele ostruttivi entra in gioco la chi­rurgia, capace di risolvere in modo definitivo ed in maniera poco invasiva il problema. Sono a disposizione interventi quali la STARR o TRANSTAR, che restituiscono al retto malato una normale anatomia e funzionalità, o inter­venti laparoscopici come la POPS, che si utiliz­za quando l’ostruita defecazione è causata da un prolasso, oltre che del retto, di altri organi pelvici (utero e vescica).

Dott. Sergio Agradi
Chirurgia generale

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies