Otite? Mai sottovalutarla!

Autore: Prof. Nicola Quaranta
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

Quali sono i rischi dovuti ad un cattivo trattamento della malattia? Risponde il Prof. Nicola Quaranta, esperto in Otorinolaringoiatria a Bari

 

L’otite media acuta è causata da un’infezione virale o batterica dell’orecchio medio. L’infiammazione causa l’accumulo di essudato nell’orecchio medio determinando una limitazione della vibrazione delle membrana timpanica e della catena ossiculare con conseguente riduzione dell’udito. L’otite è particolarmente frequente in età pediatrica e, oltre alla perdita di udito, determina otalgia (mal d’orecchio), febbre e mal di testa. 
Con un adeguato trattamento farmacologico, l’otite media può essere curata efficacemente in pochi giorni. Se non curata, o se i germi responsabili fossero resistenti alla terapia medica, potrebbe comportare gravi conseguenze. 
Processi otitici recidivanti possono determinare una perdita uditiva cronica, solitamente a causa della perforazione della membrana timpanica. Altre complicanze possono essere acufeni persistenti e/o labirintite con alterazioni dell’equilibrio. In rarissimi casi l’infezione potrebbe estendersi dall’orecchio medio alle aree adiacenti causando meningite, paralisi del nervo facciale o ascesso cerebrale.
L’otite media è facilmente curabile, se ben diagnosticata, grazie alla terapia antibiotica e le complicanze sono molto rare. Attenzione però: bisogna evitare i rimedi della nonna e rivolgersi immediatamente al proprio medico.

Prof. Nicola Quaranta
Otorinolaringoiatria

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies