Il ringiovanimento mediante blefaroplastica

Ringiovanire è possibile con la blefaroplastica

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 13/08/2018
Editor: Top Doctors®

 

Il ringiovanimento del volto mediante interventi di chirurgia plastica è una pratica sempre più diffusa combattere i segni dell’età. Una di queste è la blefaroplastica, ossia quel trattamento che permette di ringiovanire gli occhi conferendo tonicità ed elasticità alla pelle. Lo specialista in Chirurgia Plastica e Estetica ci parla della chirurgia delle palpebre

Uno dei segni dell’età è rappresentato dalla palpebra cadente che conferisce uno sguardo stanco e appesantito al soggetto che manifesta questo inestetismo. Un aiuto arriva dalla chirurgia estetica e si chiama blefaroplastica, un procedimento chirurgico che consiste nell’eliminare la parte di pelle della palpebra superiore in eccesso e, se il paziente lo richiede, può essere estratto persino il grasso attorno all’occhio (le cosiddette borse sotto gli occhi), ottenendo, di fatto, un effetto di ringiovanimento.

 

Le modalità di intervento chirurgico

La blefaroplastica, o chirurgia delle palpebre, richiede un intervento di un’ora o un’ora e mezza, prevede anestesia locale e non è prevista ospedalizzazione. Si tratta di un’operazione semplice che fornisce risultati eccellenti e, per tale motivo, è uno dei trattamenti più richiesti. È necessario considerare che con il passare del tempo i segni di invecchiamento sulla nostra pelle sono sempre più numerosi e la palpebra tende a cadere. L’intervento delle palpebre si combina perfettamente con il cosiddetto lifting temporale (distensione della pelle in corrispondenza delle tempie) poiché conferisce maggior risalto allo sguardo e al viso.

 

Tempi di recupero in seguito alla blefaroplastica

Il periodo di recupero legato alla blefaroplastica o chirurgia delle palpebre prevede 2 o 3 giorni di riposo a casa. Una volta trascorsi 7 giorni si tolgono i punti ed è possibile tornare a svolgere le attività quotidiane. Passate 3 settimane dall’intervento si potrà tornare ad una vita normale. Inoltre, questo tipo di intervento può presentare piccoli ematomi nelle palpebre o si possono verificare infiammazioni nei giorni immediatamente successivi all’intervento.

 

Articolo redatto in collaborazione con il Dr. Josep Roca i Noguera, specialista in Chirurgia Plastica e Estetica

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Chirurgia plastica e estetica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies