Salute dell’udito: che cos’è la Sindrome distonica del muscolo tensore del timpano?

Autore: Dott. Riccardo Cassese
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

Il Dott. Riccardo Cassese, esperto in Chirurgia Maxillo-Facciale a Napoli, ci parla di una condizione che si manifesta quando il muscolo tensore del timpano si contrae in maniera eccessiva: la TTTS

Che cosa s’intende per sindrome distonica del muscolo tensore del timpano?

ragazza che si tocca le orecchieLa denominazione TTTS (Tensor Timpani Tensive Syndrome), in inglese, descrive una condizione in cui il muscolo tensore del timpano (MTT), che è dedicato alla modulazione della sensibilità alle vibrazioni acustiche, mostra delle anomalie di contrazione che causano la percezione di disturbi uditivi. Questi disturbi sono spesso identificati come acufeni oppure sibili o schioppi o dolore all’orecchio medio. La causa è stata identificata in un’anomalia di contrazione del Muscolo Tensore del Timpano.

Muscolo tensore del timpano: come è fatto?

Embriologicamente, questo muscolo deriva dalla prima tasca del primo arco branchiale, condividendo l’origine con l’apparato mandibolare e la porzione superiore dell'apparato faringeo. A livello anatomico, invece, il ventre muscolare si prolunga dalla porzione squamosa del temporale vicino alla rocca petrosa ed alla vicina ala dello sfenoide, protendendosi quindi dal faringe verso l’orecchio medio. Nel suo percorso è accolto in un canale osseo che sfocia nell’orecchio medio. In questo canale una guaina di connettivo lasso favorisce lo scorrimento del tendine che, portandosi in alto e posteriormente, piega a 90 gradi per inserirsi sul manico del martello. Nella sua inserzione ossea trae intimi rapporti con i muscoli faringei superiori, in particolare il tensore ed elevatore del velo palatino. L’innervazione motoria è data dal nervo trigemino: le fibre del nucleo masticatorio attraversano la dura madre in corrispondenza del cavo di Meckel e si portano ventralmente al ganglio di Gasser per poi raggiungere i muscoli pterigoideo interno, tensore del velo palatino e tensore del timpano con gli omonimi rami.

immagine tecnica della struttura dell'orecchioQuesto piccolo muscolo dell’orecchio medio in origine apparteneva all’apparato masticatorio, così come gli ossicini che trasmettono le vibrazioni. Gli studi sull’evoluzione dell’apparato masticatorio ed uditivo nei mammiferi confermano la tesi secondo cui una parte dei muscoli masticatori e delle ossa dei mascellari, nel corso dell’evoluzione delle specie, cambiarono la loro funzione. Tutto ciò avvenne quando i rettili lasciarono il posto ai vertebrati a sangue caldo, mammiferi cacciatori e spesso di abitudini notturne, che raffinarono le capacità sensoriali necessarie per l’ascolto e l’equilibrio. A testimonianza di ciò, mentre l’evoluzione “riciclava” il MTT come modulatore di frequenza, esso mantiene l’innervazione motoria da parte del nervo trigemino.

Come funziona il muscolo tensore del timpano?

Ogni volta che un suono diventa troppo forte per essere percepito, il MTT aumenta la tensione della membrana del timpano che diventa così meno sensibile ai suoni bassi e più sensibile alle alte frequenze. È quello che succede in ambienti estremamente rumorosi: sarà capitato infatti di notare acufeni ad alta frequenza (tinnito) o addirittura vertigini dopo la permanenza in un ambiente rumoroso. Tuttavia il MTT si contrae anche durante i cicli masticatori ed il vantaggio immediato è che ogni volta che mangiamo, mentre i muscoli masticatori sollevano la mandibola, il tensore del timpano blocca la membrana riducendo la percezione del rumore della masticazione. Il prezzo da pagare tuttavia è che in ogni condizione patologica che coinvolge i muscoli masticatori corriamo il rischio di mandare in tilt il sistema acustico e vestibolare. Non è un caso che gran parte dei pazienti affetti da bruxismo o da serramento patologico (qualunque ne sia la causa) riferiscano sintomi da ipoacusia, scoppiettii, tinnito ad alta frequenza o acufeni a bassa frequenza spesso pulsanti. A questi, per interferenza sul muscolo Stapedio e sulla finestra del labirinto si accompagnano sindromi vertiginose che possono mimare altre importanti condizioni patologiche.

Cosa succede se la contrazione del muscolo è troppo intensa?

ragazza con le mani sulle guanceNei casi di contrazione più intensa e prolungata di questi esili muscoli, l’accumulo di acido lattico provoca la stimolazione delle fibre dolorifiche con sintomatologia dolorosa trafittiva ed improvvisa. Tale sensazione dolorosa viene spesso riferita dal paziente come un dolore retrobulbare e comunque profondo, come quello delle emicranie. Tale dolore non va confuso con il dolore articolare dell’articolazione della mandibola, che può avere origine muscolare, intra-articolare oppure da compressione delle strutture circostanti l’articolazione.

Gli spasmi del muscolo tensore del timpano sono stati osservati anche in un ampio numero di condizioni, tra cui la sindrome di Ménière (per la quale è stato addirittura proposta la sezione del muscolo tensore del timpano) ed altri sintomi otologici come tinnito, dolore all’orecchio ed altri sintomi in territorio otologico che possono svilupparsi nelle sindromi algiche miofasciali, nei disturbi craniomandibolari e nelle disfunzioni dell’articolazione temporomandibolare.

Perché è importante conoscere la funzione di questo muscolo?

La comprensione dell’anatomia e fisiologia di questo piccolo muscolo è fondamentale nella comprensione del funzionamento dell’organo dell’udito. È altresì importante il ruolo della sintomatologia associata alla sindrome distonica del tensore del timpano nella piena comprensione delle algie miofasciali con coinvolgimento dell’articolazione temporomandibolare.

Dott. Riccardo Cassese
Chirurgia Maxillo-facciale

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies