Lo sguardo senza occhiaie | Top Doctors

Uno sguardo perfetto senza occhiaie

Autore: Dott. Michele Fontevecchia
Pubblicato: | Aggiornato: 13/08/2018
Editor: Top Doctors®

Occhiaie? Addio grazie a carbossiterapia e filler, trattamenti illustrati dal Dott. Michele Fontevecchia, esperto in Medicina Estetica a Roma, dello Studio Mistea


Le occhiaie sono un inestetismo del volto dovute all’assottigliamento della pelle sotto gli occhi (palpebra inferiore) con conseguente aumento della visibilità dei vasi sanguigni e/o da un eccesso di pigmentazione (deposito di melanina); per questo motivo, la zona assume un colorito più scuro e lo sguardo appare più stanco.

Le cause delle occhiaie

Le principali cause delle occhiaie sono:

  • disidratazione della pelle
  • mancanza di riposo
  • eccessiva esposizione al sole
  • allergia
  • farmaci
  • alcool e fumo di sigaretta
  • stress
  • predisposizione genetica

Come si manifestano le occhiaie?

Il processo di invecchiamento determina un rilassamento delle palpebre inferiori e il dislocamento del normale grasso che aiuta a sostenere gli occhi causando un “gonfiore” della palpebra inferiore; si originano così le “borse sotto gli occhi” e un’area di “vuoto” tra palpebra (canto interno dell’occhio) e radice del naso che può apparire più o meno scavata e scura.
Le occhiaie, dunque, possono formarsi in seguito ai fisiologici cambiamenti dovuti all’età ma possono essere presenti fin dall’età giovanile per motivi costituzionali. 

Come trattare le occhiaie?

In medicina estetica si ricorre a due distinti tipi di trattamento per questo tipo di inestetismo, uno si avvale della Carbossiterapia e l’altro dell’impianto di un filler a base di acido ialuronico.

La carbositterapia contro le occhiaie

La Carbossiterapia è una tecnica che consiste nell’inoculazione di anidride carbonica medicale la quale svolge una triplice azione:

  • sul microcircolo locale; l’azione sul microcircolo locale perioculare è dovuta al fatto che la CO2 determina una vasodilatazione diretta, dunque un miglioramento del flusso sanguigno e l´apertura dei capillari collassati dai liquidi di ritenzione e dalle cellule grasse dilatate; con la riattivazione della microcircolazione locale i tessuti sono più ossigenati, le scorie vengono più facilmente smaltite e gli edemi si riducono o si risolvono
  • sul grasso periorbitario; l’azione sul grasso è legata ad una duplice attività lipolitica della CO2: un effetto lipolitico diretto legato all´azione meccanica del flusso del gas e un effetto lipolitico indiretto legato alla capacità del gas di aumentare la disponibilità di ossigeno ai tessuti e, di conseguenza, riattivando il metabolismo cellulare sopraggiungeranno enzimi in grado di determinare la lisi della cellula adiposa
  • sulla lassitá cutanea; l’azione sulla cute è legata all’aumento del flusso sanguigno, e quindi dell’ossigenazione dei tessuti, e all’azione sul fibroblasto cellula in grado di produrre acido ialuronico e collagene: ne consegue un miglioramento generale dell’aspetto della pelle che risulta più tonica, più compatta, più luminosa

Filler di acido ialuronico

Il secondo trattamento per il ringiovanimento della zona perioculare è rappresentato dall’impianto di un Filler a base di acido ialuronico ma non solo: trattasi, infatti, di un filler specifico per il contorno occhi costituito oltre che da acido ialuronico cross-linked, anche da un pool di aminoacidi e sostanze antiossidanti (zinco, rame, vitamina B6).
Si tratta di un filler specifico per il contorno occhi in grado di eliminare le occhiaie mediante un meccanismo di camouflage; esso consente infatti di ridurre il solco lacrimale, le occhiaie e di attenuare le borse di lieve entità; non è indicato per le borse palpebrali di grandi dimensioni, per le quali l’intervento principe rimane la blefaroplastica, né per le occhiaie esclusivamente pigmentate, cioè le occhiaie che non hanno un solco lacrimale evidente.

Filler di acido ialuronico: è un intervento indolore?

L’impianto si esegue con l’ausilio di una cannula ed è praticamente indolore.

Quali sono gli effetti del filler di acido ialuronico?

L’effetto dei filler di acido ialuronico è naturale e duraturo e consiste nel recupero dei volumi perduti, nella reidratazione e tonificazione della pelle, nell’attenuazione delle piccole rughe che si formano intorno agli occhi. È possibile la comparsa di una piccola ecchimosi in corrispondenza del foro di accesso della cannula (che potrebbe durare 4/5 gg) e di un lieve rossore della zona trattata (che si risolve nel giro di qualche ora). Il paziente può tornare alle normali attività quotidiane immediatamente dopo il trattamento.

 

 

Editor: Valerio Bellio

Dott. Michele Fontevecchia
Medicina estetica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies