Circoncisione

Prof. Carlo Tallarigo - Urologia

Creato il: 13/11/2012

Editato il: 20/05/2015

Che cos'è la circoncisione?

La circoncisione è la rimozione totale o parziale, per via chirurgica, del prepuzio del pene, che è la pelle che copre la punta del pene. Un pene circonciso è sinonimo di migliore igiene intima. Infatti, grazie alla circoncisione, rimuovendo lo strato di pelle che fa da “copertura” si eviterà, di conseguenza, l’accumulo di germi e batteri e quindi diminuirà la possibilità di contrarre malattie e infezioni.

Perché si esegue?

La circoncisione è un trattamento efficace per correggere malattie come la fimosi (che impedisce la retrazione del prepuzio e quindi non permette di scoprire il glande) e parafimosi (generalmente prodotta a seguito di un'infiammazione del prepuzio). La circoncisione è una pratica universalmente diffusa. Molti genitori preferiscono praticarla sui bambini appena nati, non per prescrizione medica, ma per motivi socioculturali.

In che consiste?

È un'operazione molto semplice, che dura solo pochi minuti e non richiede l'anestesia generale.

Preparazione per la circoncisione

La circoncisione è considerata un trattamento molto sicuro. Non è necessaria alcuna preparazione preliminare.

Cura dopo l'intervento

Il recupero del paziente dopo una circoncisione è molto veloce: dopo pochi giorni può già condurre una vita normale. Per i neonati il tempo di guarigione è di circa una settimana. Tuttavia, nei bambini e negli adolescenti può arrivare fino a tre settimane. Nella maggior parte dei casi, il paziente viene dimesso lo stesso giorno dell'intervento.