Epilessia

Dott. Vittorio Sciruicchio - Neurologia

Pubblicato: 13/11/2012

Che cosa è l'epilessia?

L'epilessia è un disturbo del cervello che provoca convulsioni ricorrenti in chi ne soffre. Queste crisi si verificano quando gruppi di cellule nervose (neuroni) nel cervello inviano segnali erronei e sono caratterizzate da episodi brevi di perdita di coscienza, alterazioni sensitive di tipo psichico o motorio e spasmi muscolari violenti. 

Sintomi dell’epilessia

I sintomi dell'epilessia variano da persona a persona e includono episodi di assenza, perdita di coscienza e tremori violenti.

Alcune persone avvertono una strana sensazione prima delle convulsioni, definita aura, che può essere per esempio un senso di formicolio o cambiamenti emotivi.

Le convulsioni possono essere:

  • Assenza tipica;
  • Convulsioni tonico-cloniche generalizzate;
  • Convulsioni parziali.

Diagnosi per l'epilessia

Per la diagnosi di epilessia si ricorre a diversi esami strumentali, tra cui troviamo:

  • Elettroencefalogramma (EEG): viene registrata l'attività elettrica del cervello;
  • TAC o risonanza magnetica: indagano la presenza di eventuali lesioni cerebrali;
  • Analisi della storia clinica del paziente.

Quali sono le cause dell'epilessia

In molti casi l'origine dell'epilessia è sconosciuta, anche se sono associate molteplici cause che possono, di cui le più comuni sono:

  • Malattie;
  • Lesioni cerebrali traumatiche;
  • Tumore cerebrale;
  • Sviluppo anomalo del cervello;
  • Demenza;
  • Infezioni;
  • Ictus.

Si può prevenire?

Non vi è alcuna forma di prevenzione: tuttavia, una dieta adeguata, dormire il numero di ore consigliato ed evitare farmaci e alcol possono diminuire la possibilità di innescare attacchi in chi soffre di epilessia.

Trattamenti per l’epilessia

I trattamenti per l'epilessia possono consistere in una cura farmacologica che contribuisce a ridurre il numero di crisi future, nel modificare lo stile di vita e in alcuni casi persino intervenire chirurgicamente.

Se le crisi continuano dopo varie cure farmacologiche, si parla di epilessia farmaco-resistente.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.