Isterosonografia

Cos’è l’isterosonografia?

L’isterosonografia (sonoisterografia) è una procedura ecografica transvaginale che permette di analizzare l’interno della cavità uterina e di identificare la presenza di patologie quali:

In cosa consiste?

L’isterosonografia è minimamente invasiva, non richiede una preparazione da parte della paziente ed è caratterizzata da due parti:

  • In un primo momento il medico inserirà nella vagina un piccolo catetere che servirà per iniettare nell'utero un liquido in grado di distendere le pareti dello stesso per agevolare la parte seguente dell'esame.
  • Successivamente il medico analizzerà la superficie uterina attraverso un'indagine ecografia transvaginale.

L'esame completo non dovrebbe richiedere più di 20-30 minuti.

Preparazione all'isterosonografia

Non sono previste particolari preparazioni per eseguire il test, se non eseguire il testa a vescica vuota e comunicare eventuali allergie a particolari componenti o materiali (per es. lattice). Per un esame più accurato la paziente dovrebbe sottoporsi all'indagine possibilmente nella settimana successiva al ciclo mestruale, quindi non dopo il 14esimo giorno del ciclo mestruale. Nelle pazienti in menopausa o che assumono pillole a base di estro-progestinici, l'unico momento in cui non è possibile eseguire il test è quando si è in presenza delle mestruazioni.

Cosa si prova durante l'esame?

L'isterosonografia è un esame indolore e sicuro. A seconda della delicatezza dell'operatore, potrebbe verificarsi un lieve fastidio durante l'inserimento della sonda per l'ecografia transvaginale.

Significato di risultati anomali

In base a particolari risultati riscontrati, lo specialista potrebbe richiedere la realizzazione di un'ecografia doppler al fine di controllare i vasi sanguigni che attraversano l'utero.