Mentoplastica

Che cosa è la mentoplastica?

La mentoplastica è un intervento chirurgico chirurgico volto a modificare le dimensioni del mento per ottenere un volto più proporzionato e attraente, eseguito per la correzione delle asimmetrie facciali congenite o causate da qualche incidente.

Può essere eseguita sia utilizzando il tessuto grasso del paziente che inserendo una protesi o modificando le strutture ossee mandibolari.

mento di una ragazza

Perché viene eseguito?

L'obiettivo di questa tecnica è quello di bilanciare l'aspetto del viso, modificando la forma del mento rispetto al naso, alle labbra ed al profilo del paziente.

Le persone che hanno un mento piccolo e retratto o troppo lungo e che hanno un'occlusione dentaria normale sono i candidati ideali per questo tipo di intervento.

In che consiste?

Può essere eseguita con l'infiltrazione di tessuto adiposo dello stesso paziente, attraverso un'incisione all'interno della bocca o sotto al mento per posizionare una protesi oppure mediante l'avanzamento o l’arretramento di una parte dell'osso della mandibola dopo il suo taglio chirurgico (osteotomia).

Preparazione per la mentoplastica

Prima della procedura, il paziente deve sottoporsi a delle radiografie del viso e del mento, così il chirurgo può utilizzarle per determinare quale parte del mento deve essere operata.

Cura dopo l'intervento

Dopo la procedura, il paziente avvertirà fastidio e dolore che possono essere alleviati prendendo un analgesico prescritto dal medico. È probabile che il paziente debba seguire una dieta liquida per qualche giorno.

Durante la prima settimana si può sentire una sensazione di stiramento intorno al mento e può presentarsi torpore attorno all'area trattata per i successivi tre mesi.

Il gonfiore va via in circa sei settimane. Il bendaggio viene rimosso più o meno una settimana dopo l'intervento. In alcuni casi, il paziente può avere bisogno di indossare un dispositivo ortopedico durante il sonno per almeno quattro o sei settimane.

Dopo sette o dieci giorni, sarà possibile riprendere l'attività professionale e la quotidianità.

02-05-2023
Top Doctors

Mentoplastica

Dott. Alberto Diaspro - Chirurgia Maxillo-Facciale

Creato il: 13-11-2012

Editato il: 02-05-2023

Editor: Sharon Campolongo

Che cosa è la mentoplastica?

La mentoplastica è un intervento chirurgico chirurgico volto a modificare le dimensioni del mento per ottenere un volto più proporzionato e attraente, eseguito per la correzione delle asimmetrie facciali congenite o causate da qualche incidente.

Può essere eseguita sia utilizzando il tessuto grasso del paziente che inserendo una protesi o modificando le strutture ossee mandibolari.

mento di una ragazza

Perché viene eseguito?

L'obiettivo di questa tecnica è quello di bilanciare l'aspetto del viso, modificando la forma del mento rispetto al naso, alle labbra ed al profilo del paziente.

Le persone che hanno un mento piccolo e retratto o troppo lungo e che hanno un'occlusione dentaria normale sono i candidati ideali per questo tipo di intervento.

In che consiste?

Può essere eseguita con l'infiltrazione di tessuto adiposo dello stesso paziente, attraverso un'incisione all'interno della bocca o sotto al mento per posizionare una protesi oppure mediante l'avanzamento o l’arretramento di una parte dell'osso della mandibola dopo il suo taglio chirurgico (osteotomia).

Preparazione per la mentoplastica

Prima della procedura, il paziente deve sottoporsi a delle radiografie del viso e del mento, così il chirurgo può utilizzarle per determinare quale parte del mento deve essere operata.

Cura dopo l'intervento

Dopo la procedura, il paziente avvertirà fastidio e dolore che possono essere alleviati prendendo un analgesico prescritto dal medico. È probabile che il paziente debba seguire una dieta liquida per qualche giorno.

Durante la prima settimana si può sentire una sensazione di stiramento intorno al mento e può presentarsi torpore attorno all'area trattata per i successivi tre mesi.

Il gonfiore va via in circa sei settimane. Il bendaggio viene rimosso più o meno una settimana dopo l'intervento. In alcuni casi, il paziente può avere bisogno di indossare un dispositivo ortopedico durante il sonno per almeno quattro o sei settimane.

Dopo sette o dieci giorni, sarà possibile riprendere l'attività professionale e la quotidianità.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.