Mentoplastica


Specializzazione di Chirurgia plastica e estetica

Che cosa è la mentoplastica?

La mentoplastica o aumento del mento è un intervento chirurgico che mira a modificare le dimensioni del mento per ottenere un volto più proporzionato e attraente, mediante la correzione delle asimmetrie facciali congenite o causate da qualche incidente. Può essere eseguita sia inserendo un impianto che modificando le strutture ossee.

Perché viene eseguito?

L'obiettivo di questa tecnica chirurgica è quello di bilanciare l'aspetto del viso, rendendo il mento più lungo e più grande rispetto al naso. Le persone che hanno un mento piccolo o retratto ma che hanno un morso normale sono i candidati ideali per questo tipo di intervento.

In che consiste?

A seconda dello scopo dell'intervento, si applica la tecnica più appropriata per ogni paziente. Se è necessaria una correzione della forma del mento o se è richiesto un
aspetto più definito e armonioso, viene impiegato l'impianto di una protesi del mento, l'infiltrazione del tessuto adiposo dello stesso paziente o l'avanzamento di una parte dell'osso della mascella. Se la deformità del mento è molto marcata, sarà necessario levigare o sezionare l'osso (osteotomia) attraverso un'incisione all'interno della bocca.

Preparazione per la mentoplastica

Prima della procedura, il paziente deve sottoporsi a delle radiografie del viso e del mento, così il chirurgo può utilizzarle per determinare quale parte del mento deve essere operata.

Cura dopo l'intervento

Dopo la procedura, il paziente avvertirà fastidio e dolore che possono essere alleviati prendendo un analgesico prescritto dal medico. È probabile che il paziente debba
seguire una dieta liquida per almeno un o due giorni. Durante la prima settimana si può sentire una sensazione di stiramento intorno al mento e può presentarsi torpore attorno all'area trattata per i successivi tre mesi. Il gonfiore va via in circa sei settimane. Il bendaggio viene rimosso più o meno una settimana dopo l'intervento. In alcuni casi, il paziente può avere bisogno di indossare un dispositivo ortopedico durante il sonno per almeno quattro o sei settimane. Dopo sette o dieci giorni, sarà possibile riprendere l'attività professionale e la quotidianità.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies