Mosche Volanti

Specializzazione di Oculistica

Che cosa sono le mosche volanti?

Il termine mosche volanti (tecnicamente miodesopsie) fa riferimento al fatto di vedere corpi fluttuanti che si spostano all’interno del campo visivo. Possono presentarsi con forme diverse: fili, punti, ombre, mosche ecc. È uno dei motivi principali per cui ci si reca dall’oftalmologo.

Questi corpi fluttuanti sono grumi che si formano nel liquido gelatinoso che si trova all’interno del bulbo oculare e che, con il passaggio della luce, proiettano la propria ombra sulla retina. Nel caso delle mosche volanti, questi grumi compaiono a causa della disidratazione naturale dell’umor vitreo.

Le mosche volanti sono un problema senza gravità, dal momento che derivano dal naturale invecchiamento dell’umor vitreo. Devono destare preoccupazione quando compaiono con frequenza o all’improvviso e sono accompagnati da flash.

Sintomi delle mosche volanti

Le mosche volanti si presentano nel campo visivo come macchie, punti o fili a forma di ragnatela. Solitamente si spostano con i movimenti oculari e sembrano scappare quando cerchiamo di guardarle direttamente. Normalmente si vedono con più chiarezza quando si fissa lo sguardo su una superficie illuminata.

Diagnosi per le mosche volanti

Durante una visita specialistica il medico oculista userà delle speciali lenti per l’esplorazione del fondo oculare. Lo specialista verificherà se si manifestano disturbi visivi con flash luminosi, che potrebbero preludere a un distacco del vitreo.

Quali sono le cause delle mosche volanti?

Le cause precise della comparsa delle mosche volanti sono sconosciute, ma esiste un legame con età avanzata e miopia.

Anche il distacco del vitreo favorisce la comparsa di mosche volanti, che possono inoltre apparire dopo un’operazione di cataratta o una capsulotomia. Meno frequente ma possibile è la loro presenza in caso di malattia oculare grave.

Si può prevenire?

Si consiglia di sottoporsi a visite oculistiche a partire dai 40 anni d’età, per poter individuare mosche volanti che rappresentino un rischio per la vista.

Trattamenti per le mosche volanti

Attualmente non esiste nessun trattamento per eliminare le mosche volanti in modo definitivo, perciò i pazienti finiscono per abituarsi alla loro presenza. Esistono comunque farmaci che ritardano la comparsa di questi corpi volanti, oltre ai due trattamenti seguenti:

  • Vitreolisi: impulsi laser diretti contro le opacità per renderle meno visibili o allontanarle dal campo visivo.
  • Vitrectomia: intervento nel quale l’umor vitreo viene estratto e sostituito con una soluzione salina che renderà la vista nuovamente nitida. Si tratta di una tecnica a cui si ricorre in casi estremi, dal momento che è un intervento rischioso.

A quale specialista rivolgersi?

A trattare chirurgicamente le mosche volanti è il chirurgo oftalmoplastico. Per la diagnosi e il seguimento del paziente, sarà opportuno rivolgersi a uno specialista in oculistica.

Video collegati a Mosche Volanti


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies