Chirurgia refrattiva per la correzione laser della miopia

Chirurgia refrattiva per la correzione laser della miopia

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 12/08/2018
Editor: Top Doctors®

In questo articolo, i migliori Oculisti ci spiegano come funziona il trattamento della miopia tramite la chirurgia laser.

Che cos’è la miopia?

La miopia è il difetto della vista che impedisce di vedere da lontano e di mettere a fuoco correttamente da vicino. Si tratta di una patologia molto frequente (colpisce in media il 35% della popolazione occidentale).

Per determinare la grandezza e lo spessore della cornea si devono realizzare approfondite esplorazioni dell’occhio. Circa il 98% dei pazienti che hanno fino ad 8 diottrie può tranquillamente sottoporsi all’intervento di chirurgia laser refrattiva (LTK). Se invece mancano più diottrie, è necessario intervenire con lenti intraoculari fachiche, un intervento molto sicuro e dai grandi risultati.

 

Tecniche laser per curare la miopia

Il Lasik (Laser a Femtosecondi per la creazione del flap corneale) è la tecnica più usata oggigiorno per curare la miopia. In primo luogo, la chirurgia viene effettuata sotto anestesia locale (collirio anestetico). In questo modo, si eliminano tutti i fastidi occasionati dalla chirurgia.

Dopodiché, il paziente si stende su un lettino dove gli viene collocato uno speciale separatore sugli occhi, per fare in modo che rimanga con li tenga aperti durante tutto il l’intervento.

In seguito, l’oculista solleva un fino strato di cornea (flap) delle dimensioni di una lente a contatto, mediante il laser a femtosecondi per circa 15 secondi.

Posteriormente, il laser Excimer lavora sugli strati più profondi della cornea, modificando la sua curvatura e correggendo il difetto visivo. Per ultima cosa, il flap corneale viene ricollocato al suo posto, senza necessità di essere fissato con punti.

 

Post-intervento della chirurgia laser

Normalmente, il paziente recupera una vista completa il giorno dopo l’intervento, e può tornare al lavoro nel giro di 48 ore. L’effetto del laser è perenne, anche se ci sono casi di pazienti che, col passare degli anni, notano un graduale abbassamento della vista. È importante ricordare che l’uso di occhiali o lenti a contatto non influisce sull’aumento delle diottrie.

 

 

 

Articolo redatto con la collborazione del Dottor Enrique Artiaga Elordi, oftalmologo

 

 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Oculistica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies