Coronavirus (COVID-19) : verifica tutti gli aggiornamenti sulla pagina web ufficiale. Informazioni Leggi articoli correlati

Come proteggersi dal Coronavirus

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 20/03/2020
Editor: Marta Buonomano

Il Coronavirus appartiene ad un’ampia famiglia di virus che negli uomini può causare sintomi influenzali (febbre, problemi respiratori, tosse) e, in casi più gravi, polmonite, SARS, insufficienza renale e morte. Come possiamo proteggerci dal contagio? Ecco quali sono gli accorgimenti diramati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità

1) Lavarsi frequentemente le mani

Lavarsi con frequenza le mani con un disinfettante a base alcolica o con acqua e sapone elimina i residui di virus che potrebbero essersi depositati sulle mani.

immagine del coronavirus al microscopio2) Preservare una corretta igiene respiratoria

Quando si tossisce o si starnutisce è importante coprire il naso e la bocca con il gomito o un fazzoletto che dovrà essere subito gettato. Si preferisce il gomito alle mani in quanto queste possono contaminare oggetti o altre persone al contatto. In questo modo si ostacolerà la propagazione del virus e dei germi.

3) Mantenere una distanza sociale

Si raccomanda di mantenere una distanza sociale di almeno 1 metro da ogni individuo, in particolare da coloro che tossiscono, starnutiscono o manifestano sintomi influenzali. Il virus è infatti contenuto in piccole gocce di saliva e, a distanza ravvicinata, può trasmettersi con la respirazione.

4) Non toccarsi gli occhi, il naso o la bocca

Le mani entrano in contatto con numerose superfici e possono essere contaminate con il virus. Portandosi le mani alla bocca o toccandosi il naso o gli occhi con le mani contaminate aumentano le possibilità di contagio.

5) In caso di febbre, tosse o disturbi respiratori, richiedere un consulto medico

È necessario informare il personale medico se recentemente è stato fatto un viaggio in Cina, se si è stati nelle zone di contagio in Italia oppure se si è entrati in contatto con delle persone di queste zone che presentano sintomi di una malattia respiratoria. Le patologie di tipo respiratorio possono insorgere per diverse cause e il coronavirus è una di queste: in caso di sospetto è possibile contattare il numero gratuito 1500 del Ministero della Salute.

6) Se si hanno sintomi respiratori lievi ma non ci sono stati contatti con le zone a rischio

Se si notano dei sintomi lievi ma non ci sono stati contatti né con le zone né con persone a rischio, si raccomanda di rimanere in casa fino alla completa guarigione applicando le misure di igiene (respiratoria e delle mani) sopracitate.

7) Evitare il consumo di carne cruda o poco cotta

Prestare particolare attenzione alla carne cruda, al latte e agli organi di animali al fine di evitare la contaminazione crociata (passaggio diretto o indiretto di patogeni) con alimenti crudi.

 

Come e quando usare la mascherina?

Sarà necessario indossare una mascherina nei seguenti casi:

  • Se si sta a stretto contatto con qualcuno che potrebbe essere affetto dal 2019-nCoV;
  • Se si ha tosse o raffreddore.

Le mascherine sono efficaci solamente se associate a delle corrette norme di igiene. Inoltre, è importante apprendere ad utilizzarle correttamente:

  • donna con mascherinaPrima di indossare una mascherina bisogna lavarsi accuratamente le mani con un disinfettante a base alcolica o con acqua e sapone;
  • La mascherina deve coprire sia il naso che la bocca ed è necessario assicurarsi che aderisca bene al volto;
  • Bisogna evitare di toccare la mascherina durante l’utilizzo; in caso di contatto sarà necessario lavarsi nuovamente le mani con acqua e sapone o con un disinfettante alcolico;
  • La mascherina è monouso: quando si inumidisce è necessario sostituirla con una nuova e gettare la vecchia senza riutilizzarla;
  • La mascherina si deve rimuovere prendendola dall’elastico senza toccare la parte anteriore. Una volta rimossa bisogna gettarla immediatamente e lavarsi le mani.

 

Se hai il sospetto di essere positivo al Coronavirus non recarti al Pronto Soccorso, ma chiama il tuo medico di famiglia, il numero verde regionale o richiedi un consulto con la Telemedicina.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Malattie infettive


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies