Come riconoscere la nevralgia del trigemino

Autore: Dott. Alberto Franzin
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

Il Dott. Alberto Franzin, esperto in Neurochirurgia a Milano, ci spiega in che modo riconoscere i sintomi di una nevralgia del trigemino e quali sono i possibili trattamenti per questa patologia

Che cos’è la nevralgia del trigemino?

La nevralgia del trigemino è un tipo di dolore che colpisce l’area cranio-facciale. Insorge sia in soggetti di sesso femminile che maschile ed è più frequente in persone che hanno superato i 50 anni. Esistono due tipi di nevralgia del trigemino:

  • Nevralgia trigeminale di tipo 1: forma caratterizzata da un dolore molto intenso, simile a una scossa elettrica, di breve durata e che spesso insorge a causa di uno stimolo in un punto specifico chiamato “trigger” (sopracciglio, labbro, ecc.)
  • Nevralgia trigeminale di tipo 2: caratterizzata da dolore di durata prolungata e associato a formicolio o bruciore in un’area del volto

Da cosa è causata?

Molte sono le cause di una nevralgia trigeminale ma la più frequente, soprattutto nel caso di una nevralgia di tipo I, è una compressione del nervo a livello di una o tutte e tre le sue branche da parte dei rami di un’arteria cerebrale o, più raramente una vena. Anche la sclerosi multipla o i tumori, in caso di compressione, possono essere causa di nevralgia del trigemino.

Come riconoscere la nevralgia del trigemino

La sintomatologia tipica della nevralgia del trigemino include dolore intenso nell’area del viso, in particolare nei seguenti punti:

  • Sopracciglio
  • Labbro superiore
  • Mascella
  • Mandibola
  • Molari inferiori

Altri sintomi che possono manifestarsi sono:

  • Sensibilità al tatto e al freddo
  • Dolore nella masticazione e nel parlare

Se si manifestano alcuni tra questi sintomi è necessario recarsi da uno specialista che eseguirà una RM per evidenziare l’eventuale conflitto neuro-vascolare, la presenza di una massa tumorale o di sclerosi multipla.

Trattamento della nevralgia del trigemino

Dopo aver formulato la diagnosi, lo specialista può suggerire i seguenti trattamenti, che variano a seconda della causa della nevralgia:

  • Terapia farmacologica a base, in genere, di antiepilettici. Molti pazienti ottengono buoni risultati con questo trattamento
  • Intervento chirurgico. La decompressione microvascolare è un’operazione che nella maggior parte dei casi è in grado di risolvere completamente il problema

Inoltre, a seconda dell’età del paziente, il neurochirurgo potrà scegliere se eseguire un intervento meno invasivo servendosi del Gamma Knife. Questa procedura consente di ottenere ottimi risultati con una scarsa invasività.

 

Dott. Alberto Franzin
Neurochirurgia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies