Come si realizza il processo di riabilitazione per lesioni cerebrali

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 20/11/2017
Editor: Top Doctors®

Lesioni cerebrali colpiscono i pazienti che hanno subito una lesione cerebrale acquisita, la maggior parte della corsa e il cervello traumi, ma anche causate da anossia cerebrale, tumori o altre patologie.

Evitare la morte è la grande conquista della medicina moderna. I progressi scientifici enormi degli ultimi anni, le strutture di assistenza e titanico sforzo per salvare vite umane in unità di terapia intensiva nei servizi di Neurologia e Neurochirurgia, hanno portato ad un aumento della sopravvivenza. Sopravvissute più, ma a spese di una disabilità.

Una volta che la fase acuta della malattia, il paziente deve intraprendere un trattamento neuroriabilitazione. Ci centri monografici dedicati ad esso, trattando la persona che ha subito danni cerebrali come un insieme indivisibile da diversi specialisti che compongono il team di neuroriabilitazione (neurologo, riabilitazione, psichiatrici, fisioterapisti, neuropsicologi, logopedisti, terapisti occupazionali , ...). L'obiettivo è quello di ridurre al minimo le conseguenze e raggiungere la massima autonomia possibile. Ed è che il danno cerebrale può interessare tutti i settori della vita, in grado di produrre il livello disturbi motori, cognitivi o affettivo-comportamentale. La nostra esperienza ci permette di affermare che presto, intensivo, coordinato e interdisciplinare trattamento migliora la prognosi a lungo termine, ridurre la gravità delle conseguenze e della disabilità.

Il sistema nervoso ha una capacità di adattarsi a cambiare la loro struttura e funzione. Tale plasticità del cervello ci permette di agire su reti neurali perché tutto è collegato, e migliorare le varie funzioni. Ma questa capacità è temporaneo, da qui l'importanza di partire presto. Oltre alle terapie specifiche professionisti altre tecniche come la stimolazione magnetica transcranica ripetitiva, una tecnica non invasiva che prevede l'applicazione di energia elettromagnetica pulsata su cellule nervose nel cervello per attivare o modificare le sue squadre di funzionamento o di stimolazione Bioeléctrica per la riabilitazione della mano paralizzata.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Neurologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies