Fibroadenomi e Chirurgia Video-Assistita: basta cicatrici!

Autore: Dott.ssa Maria Teresa Lonardo
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

La Dott.ssa Maria Teresa Lonardo, esperta in Chirurgia Generale a Roma, ci spiega in che modo, grazie alle tecniche di Chirurgia Video-Assistita, si possano asportare fibroadenomi della mammella senza lasciare segni evidenti sul corpo della paziente

 

 

1) Dott.ssa Lonardo, cosa sono i fibroadenomi?

I fibroadenomi sono noduli al seno che, normalmente, possono raggiungere i 5-6 cm, anche se esistono casi di fibroadenomi giganti che raggiungono i 15 cm. Si tratta di una patologia piuttosto frequente, specialmente nelle pazienti tra i 15 e i 30 anni d’età.

La paziente può presentare uno o più fibroadenomi sullo stesso seno, a volte su entrambi. Purtroppo, sono spesso recidivi e tendono a ricomparire anche a distanza di mesi o anni.

 

2) Che tipi di fibroadenomi esistono?

Esistono due tipi di fibroadenomi:

1) Il tipo semplice è una massa cellulare che non aumenta di dimensioni. Di solito non è pericoloso e rimane stabile nel tempo, anche se può addirittura ridursi e scomparire.

2) Il tipo complesso, invece, tende ad aumentare di dimensioni e presenta depositi di calcio o cisti al suo interno. Questo tipo non dev’essere assolutamente trascurato, in quanto aumenta le possibilità di sviluppare un cancro al seno.

 

3) Fibroadenoma: quando va operato?

Il tipo semplice dev’essere operato quando le dimensioni del fibroadenoma superano i 2 cm di diametro; il tipo complesso deve venire comunque asportano, anche se le sue dimensioni sono inferiori ai 2 cm.

 

4) La paziente che si opera per rimuovere un fibroadenoma è condannata ad una brutta cicatrice sul seno?

Assolutamente no. La Chirurgia Video-Assistita permette, infatti, di eseguire interventi chirurgici sul tessuto mammario, senza il bisogno di incidere la cute del seno. In questo modo si evitano antiestetiche cicatrici e gravi danni estetici.

Grazie alle tecniche di Chirurgia Video-Assistita, il Chirurgo può operare passando tra la ghiandola mammaria e il muscolo pettorale, attraverso un tunnel che dal cavo ascellare (dove viene praticata l’incisione di 1,5-2 cm) arriva fino al fibroadenoma. Dal cavo ascellare viene inserita una telecamera e viene creata una “camera di lavoro” grazie all’insufflazione di gas. A questo punto, il Chirurgo può procedere con i suoi strumenti, dal diametro di 3 mm, che lasciano solo piccoli segni sulla cute destinati a scomparire col tempo.

Oltre a non lasciare cicatrici evidenti, la ghiandola mammaria non viene sezionata e, quindi, si evitano distorsioni del parenchima mammario.

 

5) La Chirurgia Video-Assistita è indicata a tutte le pazienti?

La Chirurgia Video-Assistita è indicata per le pazienti di ogni età che presentano uno o più fibroadenomi delle ghiandole mammarie. È indicata soprattutto quando queste lesioni sono localizzate in profondità, nei quadranti interni delle mammelle.

 

Editor Karin Mosca

Dott.ssa Maria Teresa Lonardo
Chirurgia generale

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies