Gravidanza: come influisce lo stress sulla fertilità!

Autore: Dott. Andrea Limone
Pubblicato:
Editor: Cecilia Ghidotti

Lo stress può influire negativamente su molti aspetti della nostra vita. Nella donna può incidere fortemente anche sull’apparato riproduttivo, generando infertilità (anche se temporanea). Il Dott. Andrea Limone, ci spiega in questo articolo le reazioni biologiche dello stress in ambito ginecologico

Gli effetti psicologici dello stress possono contribuire a difficoltà di concepimento?

Questa è una domanda in corso che ricercatori e medici stanno cercando di capire sulla base delle prove mediche esistenti. Si stima che fino al 30% di tutti i casi di infertilità possa essere controllato da fattori di stress.

È generalmente riconosciuto che le tecniche di rilassamento aiutano le donne che in precedenza avevano difficoltà di concepimento a rimanere incinta. Gli ormoni dello stress, come il cortisolo e l'adrenalina, aumentano durante le situazioni difficili e possono influire negativamente sulla fertilità. Ridurre lo stress può essere un ottimo modo per aumentare il flusso sanguigno agli organi riproduttivi e quindi aumentare l'apporto di nutrienti.

Le donne sterili tendono ad essere più depresse delle donne che non hanno problemi di fertilità. Inoltre, i processi stessi del trattamento della fertilità potrebbero aumentare lo stress sperimentato dalle coppie in cerca di una gravidanza. Tuttavia, lo stress colpisce gli individui in modi diversi. Pertanto, le domande sulle implicazioni dello stress sulle funzioni riproduttive sono oggetto di dibattito.

Uno studio ha rilevato che le coppie hanno maggiori probabilità di rimanere incinta durante i momenti in cui si sentono felici e rilassati, rispetto ai momenti di tensione. Inoltre, il successo delle tecniche di riproduzione assistita, come la fecondazione in vitro, può anche essere influenzato dai livelli di ansia del paziente. È stato segnalato che sia l'ovulazione che la fecondazione diminuiscono con l'aumento dei livelli di stress nelle donne.

Quali sono gli ormoni che aumento in caso di stress?

Il cortisolo, ormone prodotto dal surrene spesso definito come “ormone dello stress”, perché la sua produzione aumenta appunto in condizioni di stress psico-fisico, può portare a tutti i tipi di problemi che possono avere un impatto diretto e indiretto sulla tua fertilità.

Il cortisolo aumenta i livelli di glicemia nel sangue e di insulina in caso di aumento della gittata cardiaca in condizioni di stress psico-fisico.

L'aumento prolungato del cortisolo può portare ad un aumento di peso mobilizzando i trigliceridi e spostandoli nelle cellule adipose in profondità nell'addome oltre a favorire la maturazione delle cellule adipose. Questo può portare all'obesità, che è associata ad anovulazione, disturbi mestruali, infertilità, difficoltà nella riproduzione assistita, aborto spontaneo ed esiti avversi della gravidanza.

Per far fronte allo stress, spesso si ricorre al fumo o a eccessi e irregolarità nell’alimentazione che hanno un impatto negativo sulla funzionalità ovarica.

Per semplificare, le situazioni di forte stress aumentano la cortisolemia che incide sul funzionamento dei sistemi non essenziali alla sopravvivenza come il sistema riproduttivo, causando irregolarità mestruali ed anovulazione.

Uno studio ha anche scoperto che un aumento del cortisolo porta a una diminuzione dell'ormone estradiolo, che può effettivamente danneggiare la qualità ovocitaria

Dott. Andrea Limone
Ginecologia e Ostetricia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.