Gravidanza e mal di schiena: perché si manifesta?

Autore: Prof. Carmine Del Gaìzo
Pubblicato: | Aggiornato: 20/07/2018
Editor: Top Doctors®

Il mal di schiena in gravidanza è un evento molto comune soprattutto negli ultimi 3 mesi di gestazione. Più del 70% delle donne incinte subiscono una qualche forma di mal di schiena. Ne parla il Dott. Carmine Del Gaizo, esperto in Ortopedia e Traumatologia a Palermo e Marsala

La gravidanza è spesso rappresentata da ripetuti episodi di mal di schiena, una condizione quasi normale, in assenza di condizioni patologiche. Non è, invece, da considerarsi normale, la manifestazione di mal di schiena grave, con blocchi ripetuti e forti, che si presenti anche prima dell’ultimo trimestre. La donna, in via precauzionale, dovrebbe provvedere ad individuarne le cause per evitare che il dolore persista, o addirittura peggiori, anche dopo la nascita.
La gravidanza è un periodo molto impegnativo per il corpo e per la mente. Le donne che riferiscono di sentirsi a disagio, insicure o in conflitto con se stesse sin dall’inizio, dimostrano un tasso molto più elevato di complicanze, tra cui il mal di schiena, caratterizzato spesso da una forte componente psicosomatica.

Quali sono le principali cause del mal di schiena in gravidanza?

Il primo motivo per cui una donna in gravidanza soffra di mal di schiena è rappresentata da cause biomeccaniche del dolore: la modifica del centro di gravità. L'addome sporgente di una donna incinta cambia completamente il suo centro di gravità. La parte bassa della schiena è tirata in avanti dal peso aggiuntivo non più centrato sul bacino. Questo cambiamento mette in sovraccarico le strutture muscolari che, se non adeguatamente preparate, rischiano di soffrire. In risposta, molte donne cercano di modificare l’assetto del bacino irrigidendo la colonna lombare.
Questa posizione provoca un raddrizzamento della normale lordosi: il contrasto è la prima causa di dolore muscolare lombare.

Tra le altre cause ricordiamo:

  • Aumento di peso: è comune per una donna l’aumento di peso durante la gravidanza. Alcuni aumenti di peso si possono definire fisiologici (normali). Aumenti di peso eccessivi possono causare invece differenti problematiche. Tra queste, il mal di schiena rappresenta la meno grave rispetto al resto delle condizioni associate ad una gravidanza, di cui spesso si discute con il proprio ginecologo;
  • Cambiamenti ormonali: i cambiamenti chimici nel corpo di una donna alterano la struttura della sue articolazioni e dei legamenti ma questo rientra nella fisiologia della gravidanza.
    Talvolta però si possono manifestare sintomi simili a quelli della colonna vertebrale anche a carico di anche, ginocchio e caviglie. Il bambino, crescendo progressivamente, può applicare una pressione agli organi interni, ossa e strutture nervose della mamma. È comune per la donna provare ondate di mal di schiena, appena il bambino si muove nel grembo materno;
  • Muscoli della schiena: se poco tonici, saranno più soggetti ai cambiamenti strutturali durante la gravidanza. Le donne che hanno uno stile di vita sedentario, spesso, hanno più dolore alla schiena rispetto alle donne attive. Forti muscoli lombari offriranno una migliore resistenza. Anche il cambio del livello di attività può contribuire al mal di schiena durante la gravidanza. Le donne, precedentemente attive che poi diventano sedentarie, potrebbero soffrirne maggiormente.

Quali consigli può dare a proposito?

Il consiglio è quello di predisporsi in maniera serena di fronte ai cambiamenti fisiologici del corpo di una donna in gravidanza, magari preparandosi attraverso un’accurata ginnastica posturale o un’adeguata tonificazione muscolare. Non bisogna, quindi, favorire quelle condizioni che creano quel circolo vizioso dal quale sarà difficile uscire e che spesso getta le basi per una sofferenza di tipo cronico alla colonna vertebrale e alle altre strutture, anche dopo il parto.

Prof. Carmine Del Gaìzo
Ortopedia e Traumatologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies