D’estate, tutti sportivi!

Autore: Prof. Carmine Del Gaìzo
Pubblicato: | Aggiornato: 11/11/2018
Editor: Antonietta Rizzotti

La pratica dello sport in estate interessa, in genere, anche chi durante il resto dell’anno non ama tenersi in forma. Il Prof. Carmine Del Gaizo, esperto in Ortopedia e Traumatologia a Palermo e Marsala, espone i consigli per affrontare la bella stagione, senza infortuni!

L’attività sportiva in estate

L’estate è la stagione in cui, anche chi non pratica sport abitualmente durante l’inverno, tende a farlo, nel modo non del tutto corretto. La mancanza di preparazione, ci può far correre il rischio di andare incontro a piccoli o grandi infortuni a carico del nostro apparato muscolo-scheletrico.

Se avete trascorso l’inverno sedentariamente, senza praticare un minimo di attività sportiva, in palestra, in casa o all’aria aperta, allenandovi in maniera costante, il consiglio, dinanzi alla bella stagione, è quello di essere molto prudenti e di avere buon senso.

Piaccia o no, alcune lesioni sportive sono fuori dal vostro controllo e possono manifestarsi senza preavviso. Non c'è molto che possiate fare per evitare che, durante una partita di calcio con gli amici, qualcuno vi possa creare “problemi” ad un ginocchio o ad una caviglia.
Tuttavia, la maggior parte delle lesioni possono essere evitate con una preparazione, se pur minima, che aiuti il nostro corpo ad non inciampare in fastidiosi traumi.

Spesso, sul campo da calcio (in età adulta), non ci si rende conto di non avere la stessa struttura fisica dei tempi del liceo, né la stessa età.

Trascorrere otto ore al giorno in ufficio, seduti davanti ad un computer o una scrivania per poi riunirsi e ritrovarsi in un campo da tennis, calcio o basket con gli amici, spesso durante il fine settimana, non è un passaggio senza rischi.

Complessivamente si può essere in buona forma, ma non sufficientemente e adeguatamente preparati dal punto di vista muscolo-scheletrico, per cui si diventa particolarmente vulnerabili nel praticare uno sport o anche un semplice movimento.

Si ha la tendenza a non si imparare dai propri errori, motivo per cui si possono verificare numerose “ricadute” affrontando, spesso, in maniera superficiale stiramenti o dolori articolari che inevitabilmente, ci costringono a lunghi periodi di inattività e riabilitazione.

Quali sono i consigli per affrontare al meglio l’attività sportiva?

Non è possibile azzerare i rischi ma quanto meno cercare di prevenire.

Prima di qualsiasi attività sportiva, dal nuoto al golf, dal tennis al calcio eseguire almeno 15 minuti di riscaldamento (indispensabile per qualsiasi attività sportiva), eseguendo stretching per i quattro arti e colonna vertebrale e poi pochi minuti di corsa leggera.

In caso di traumi muscolari o articolari di bassa intensità limitarsi ad applicare ghiaccio ad oltranza; non esitate a chiedere al vostro medico curante un primo consiglio senza assumere arbitrariamente farmaci o eseguire autonomamente esami strumentali inutili, costosi e a volte solo dannosi.

Al persistere o peggiorare dei sintomi non mancate invece di consultare uno specialista per adeguata diagnosi e trattamento.

Prof. Carmine Del Gaìzo
Ortopedia e Traumatologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies