I rischi di piercing e tatuaggi sono tanti: ecco come evitarli!

Autore: Dott. Carlo Enrico Urbani
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

I tatuaggi ed i piercing rappresentano una moda, se non addirittura una forma di trasgressione, soprattutto tra i giovani. Il nostro esperto in Dermatologia a Milano, il Dott. Carlo Enrico Urbani, ci spiega per quale motivo sono fondamentali le norme igieniche e cosa possiamo fare per evitare i rischi legati a queste pratiche

Piercing e tatuaggi: perché bisogna sottolineare l’importanza delle norme igieniche?

ragazza con piercing e tatuaggiLa carenza di norme igieniche durante l’esecuzione di piercing e tatuaggi è un rischio che viene confermato da uno studio inglese pubblicato sul British Medical Journal, secondo cui a 1 ragazzo su 3 viene fatto un piercing in una situazione a rischio di infezione.

Perché le norme igieniche sono fondamentali?

Le regole igieniche sono il primo fattore da valutare: aghi e strumentazione devono essere monouso, come quelli che usiamo noi per gli interventi chirurgici e bisognerebbe porre attenzione anche alla provenienza di questi oggetti. Come un paziente ha il diritto di chiedere ragione di ogni terapia e metodica medica, così deve essere per chi si sottopone a un piercing o a un tatuaggio.

Piercing: i materiali utilizzati possono dare allergia!

I ragazzi e i genitori dovrebbero riflettere sulle possibili allergie procurate dai materiali, per esempio contenenti nickel, e se necessario indirizzarsi verso il cosiddetto “acciaio chirurgico”.

Allergie: un rischio anche per i tatuaggiuomo con tatuaggio sul braccio

Le allergie rappresentano un possibile rischio anche nel caso dei tatuaggi. Alcuni colori sono più a rischio di altri: il rosso, per esempio, in alcuni casi provoca dermatite, mentre il verde può causare problemi in caso di disturbi legati alla pelle come la psoriasi. Inoltre, il verde è un colore molto difficile da cancellare.

Quali sono i ripensamenti più comuni che spingono le persone a rimuovere un tatuaggio?

I miei colleghi che cancellano tatuaggi raccontano che il ripensamento più diffuso è quello legato agli amori finiti. Meglio, comunque, non avere rimpianti di altro tipo, come quello di tornare a casa dal tatuatore con problemi più seri, che includono:

  • Verruche
  • Herpes (anche Zoster)
  • Epatite (B o C)
  • HIV

Nonostante le malattie più gravi sopracitate rappresentino rischi molto rari, devono essere tenute presenti per spingere i ragazzi a scegliere solo centri autorizzati e sicuri.

Dott. Carlo Enrico Urbani
Dermatologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..