I segreti del minilifting: la soluzione “soft” per un viso più giovane

Autore: Dott. Pier Luigi Gibelli
Pubblicato:
Editor: Marta Buonomano

Grazie al minilifting è possibile combattere i segni del tempo fin dal loro esordio. Ne parliamo con il Dott. Pier Luigi Gibelli, esperto in Chirurgia Plastica a Milano

 

visoIl minilifting è una procedura indicata per tutti i pazienti che, anche in giovane età, presentano dei segni iniziali di invecchiamento nel III medio-inferiore del volto e che quindi non necessitano di un lifting completo. Questa tecnica si differenzia dal lifting tradizionale sia per l’estensione dell’area trattata che per le dimensioni delle cicatrici: il minilifting, infatti, si limita ad eseguire uno scollamento superficiale dei tessuti, con eventuale ancoraggio dei tessuti più profondi alle strutture più solide, senza estendere lo scollamento ad altre aree del viso o del collo.

 

Eseguito in anestesia locale con eventuale sedazione, con il minilifting è possibile ridurre non solo i tempi chirurgici e di convalescenza, ma anche l’esposizione dei tessuti ed il sanguinamento, nonché il disagio globale che il pa­ziente avrebbe provato a seguito di un lifting completo. Il paziente potrà essere dimesso il giorno stesso dell’intervento ed i punti di sutura verranno rimossi dopo 6/7 giorni, an­che se generalmente vengono utilizzati fili riassorbibili che non necessitano di essere rimossi. Le complicanze a seguito dell’opera­zione sono estremamente rare, ma i soggetti fumatori sono più predisposti a causa della ridotta vascolarizzazione della cute.

Dott. Pier Luigi Gibelli
Chirurgia plastica e estetica

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..