Linfedema, l'accumulo di liquidi e i trattamenti

Il linfedema e l'accumulo di liquidi

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 19/08/2018
Editor: Top Doctors®

Il linfedema è un accumulo di liquidi nello spazio extravascolare che può causare dolore alla persona che ne è affetta. Inoltre può causare pesantezza, gonfiore della parte interessata, limitazione dei movimenti, e incluso dolore, prurito e disagio. Il tasso di progressione varia molto, dal momento che possiamo trovare in casi più rapidi e altri invece molto lenti; è per questo che i casi di linfedema sono tanti e hanno caratteristiche molto diverse. Le descrive per noi il nostro esperto in chirurgia plastica ed estetica

Causa del linfedema

La causa più comune di questo accumulo di liquidi sono i trattamenti contro il cancro, anche se questo può essere un linfedema congenito e può svilupparsi in età diverse, senza una causa apparente. Nei paesi più poveri del terzo mondo, la causa principale dello sviluppo del linfedema è la filariasi, un gruppo di malattie parassitarie.

Sintomi del Linfedema

Nelle prime fasi, i sintomi più comuni sono pesantezza e lieve aumento di volume, che ritorna con il riposo e l'elevazione dell'arto. Nel tempo, questo aumento di volume dell'arto interessato colpisce, e può anche comparire, sul viso e sul cuoio capelluto, o sui genitali, dove diventa permanente. L’aumento è progressivo; i loro effetti migliorano durante l’inverno con il freddo e peggiorano in estate.

L'esordio della malattia è lento, ma alla fine più duro e fibroso. Alcune volte si può arrivare a livelli più estremi dove al paziente diventa impossibile prendersi cura di se stesso. Quest’ultima fase si chiama elefantiasi.

Trattamento del linfedema

Nel trattamento chirurgico del linfedema si possono applicare due tecniche: anastomosi venulari linfatici, dove si esegue un bypass linfo venoso all’estremità stessa del linfonodo. Al contrario, nei linfonodi nel trapianto gangionar vengono trasferiti dei linfonodi dalla zona inguinale, ascellare o cervicale per l'arto interessato.

La sua apparizione non può essere impedita, ma si può controllare la sua progressione. Ciò è ottenuto grazie a trattamenti chirurgici o tramite trattamenti classici.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Chirurgia plastica e estetica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies