Incontinenza urinaria: strategie di trattamento efficaci

Incontinenza urinaria: strategie di trattamento efficaci

Editato da: Vittoria Marcucci il 09/04/2024

L'incontinenza urinaria è una condizione in cui si verifica la perdita involontaria di urina. Questo disturbo può colpire entrambi i sessi di qualsiasi età ma è piuttosto frequente tra le donne e gli anziani. Nell’approfondimento che segue, scopriremo insieme i fattori di rischio, i vari tipi di incontinenza e le opzioni di trattamento di questa patologia

 

Quali sono le cause?

Le cause dell'incontinenza urinaria possono includere:

  • Danni ai muscoli del pavimento pelvico: durante il parto, i muscoli del pavimento pelvico della donna possono indebolirsi, aumentando il rischio di incontinenza urinaria;
  • Ipertrofia prostatica benigna (IPB): un ingrossamento della prostata che può causare problemi di controllo della vescica negli uomini;
  • Invecchiamento: l’incontinenza urinaria non è una normale conseguenza del processo di invecchiamento ma, in età avanzata, i muscoli e i nervi che controllano la vescica possono indebolirsi. Si tratta generalmente di un disturbo improvviso e temporaneo, ad esempio concomitante all’assunzione di un farmaco con effetto diuretico;
  • Malattie neurologiche: alcune condizioni come la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson e le lesioni del midollo spinale possono influenzare il controllo della vescica;
  • Altre condizioni: Patologie come il diabete, le infezioni del tratto urinario e l'obesità possono aumentare il rischio di incontinenza urinaria.

    vescica

Tipi di incontinenza urinaria

Esistono diversi tipi di incontinenza urinaria, tra cui:

  • Incontinenza urinaria da sforzo o da stress: è una perdita moderata di urina che si verifica quando aumenta la pressione sulla vescica, ad esempio sollevando oggetti pesanti o durante la tosse o lo starnuto.
  • Incontinenza urinaria da urgenza: quando si avverte all’improvviso la necessità impellente di urinare. L’incontinenza notturna o svegliarsi per urinare (nicturia) possono essere condizioni comuni;
  • Incontinenza urinaria da rigurgito: è una perdita piuttosto contenuta ma costante che si verifica quando la vescica non si svuota completamente e l'urina fuoriesce in modo involontario.
  • Incontinenza funzionale: quando è causata da un disturbo cognitivo non associato al controllo della minzione, come per esempio, la demenza (chi ne è affetto potrebbe non riconoscere l’urgenza di urinare) o da un disturbo fisico che impedisca al paziente di recarsi alla toilette.

 

Se il paziente presenta più tipi di incontinenza, parleremo di incontinenza mista.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi dell'incontinenza urinaria implica una valutazione completa della storia medica del paziente, un esame fisico e talvolta test diagnostici aggiuntivi quali analisi delle urine, ecografie o urodinamica.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE IL SEGUENTE ARTICOLOProstatectomia radicale e incontinenza urinaria

 

Quali sono le opzioni di trattamento?

Le opzioni di trattamento per l'incontinenza urinaria dipendono dal tipo e dalla gravità del disturbo, nonché dalla scelta individuale del paziente. Alcune delle opzioni più comuni includono:

  • Modifiche dello stile di vita: la riduzione del consumo di caffeina e alcol, l'evitare eccessive quantità di liquidi prima di andare a dormire, il mantenimento di un peso corporeo sano per ridurre la pressione sulla vescica e l'esercizio regolare per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico possono ridurre significativamente i sintomi dell'incontinenza urinaria.
  • Esercizi del pavimento pelvico (esercizi di Kegel): possono essere particolarmente utili per le persone con incontinenza urinaria da sforzo in quanto favoriscono un migliorar controllo della vescica.
  • Farmaci: gli anticolinergici possono aiutare a rilassare la vescica e a prevenire gli spasmi che causano l'urgenza di urinare. Nelle donne possono essere utilizzati gli estrogeni, i quali collaborano a rafforzare i tessuti nell'uretra e nelle zone vaginali.
  • Terapie iniettive: l’iniezione di sostanze, come tossina botulinica o collagene, che possono aiutare a rafforzare i tessuti intorno all'uretra e a migliorare la chiusura della vescica.
  • Intervento chirurgico: nel caso falliscano le altre opzioni di trattamento, si può considerare l’intervento chirurgico per correggere l'incontinenza urinaria. Alcune procedure chirurgiche comuni includono la procedura di sling, ovvero l'inserimento di un supporto intorno all'uretra per migliorare la sua chiusura, e la colposospensione, che implica il fissaggio della vescica per ridurre il rischio di perdite.
  • Sfintere urinario artificiale: nei casi più avanzati di incontinenza urinaria, può essere impiantato uno sfintere urinario artificiale che aiuti a ripristinare il controllo della vescica imitando il normale processo di chiusura dell'uretra.

È importante discutere con un medico le opzioni di trattamento disponibili per individuare quella più adatta alle proprie esigenze mediche. Con il trattamento adeguato, molte persone possono gestire con successo l'incontinenza urinaria e migliorare la loro qualità di vita.

Urologia a Lonate Pozzolo