L’otite media acuta: linee guida per il suo trattamento

L’otite media acuta: linee guida per il suo trattamento

Autore: Prof. Vittorio Ferrero
Pubblicato: | Aggiornato: 14/08/2018
Editor: Top Doctors®

L’otite media acuta è l’infezione dell’orecchio medio che, nell’80% dei casi, ha un’origine microbica. Circa il 50% dei bambini colpiti da otite media acuta ha sofferto di questa patologia nei primi 6 mesi di vita, mentre la percentuale sale al 90% per quanto riguarda i casi nei primi due anni di vita. Il Dott. Vittorio Ferrero ci dà alcuni utili consigli per riconoscere la malattia e trattarla

 

 

Come si può riconoscere l’otite media acuta?

I primi sintomi sono generalmente dolore e difficoltà di alimentazione nel bambino più grande; iperirritabilità, frequentemente associata a febbre, nel bambino più piccolo.

Per riconoscere l’otite media acuta bisogna fare attenzione ai segni dell’infiammazione:

  • Versamento a livello dell’orecchio medio: formazione e accumulo di liquido;
  • Estroflessione della membrana timpanica: ripiegamento dell’organo verso l’esterno;
  • Otorrea: fuoriuscita di pus dal condotto uditivo esterno;
  • Iperemia della membrana timpanica: aumento del flusso di sangue nella zona del timpano;
  • Otodinia: dolore all’orecchio.

 

Come curare l’otite media acuta

Il trattamento iniziale è a base di analgesici, in particolare paracetamolo. Le gocce oleose per l’orecchio sono assolutamente inefficaci contro l’otite, quindi non devono essere usate.

La cosa migliore sarebbe quella di non assumere antibiotici se non ci sono complicazioni. Infatti, molti dei virus che sono stati riscontrati nelle secrezioni dell’otite media acuta non permettono all’antibiotico-terapia di essere efficace. La soluzione migliore è aspettare che l’otite passi spontaneamente, e farsi controllare dal medico dopo circa 3 mesi dalla comparsa della malattia.

Nel caso, però, che il medico prescriva la somministrazione di antibiotici, la scelta dovrebbe ricadere sull’amoxicillina-acido clavulanico, capace di contrastare i batteri resistenti alla penicillina. Di solito al paziente vengono prescritti gli antibiotici quando, dopo 48-72 ore dall’assunzione di farmaci per contrastare i sintomi, non ci sono miglioramenti.

Il trattamento standard, cioè quello per bambini di età inferiore ai 5 anni o per adulti in caso di malattia severa, dura 10 giorni. Per i pazienti dai 6 anni in su, il trattamento si limita alla durata di 5-7 giorni.

Anche l’impiego di gocce auricolari dovrebbe essere sempre usato sotto controllo medico.

 

Raccomandazioni per prevenire l’otite media acuta:

Ci sono alcune raccomandazioni che i genitori possono seguire per evitare che i loro figli si ammalino di otite media acuta. Ad esempio, bisognerebbe allattare al seno per i primi 6 mesi di vita (il latte materno contribuisce allo sviluppo del bambino e rende il sistema immunitario più forte) ed evitare, invece, di dare il biberon al bambino quando si trova a pancia in su (la posizione supina aumenta il dolore alle orecchie).

Inoltre, non lo si deve esporre al fumo passivo ed è consigliabile vaccinarlo contro lo pneumococco, il microrganismo che la maggior parte delle volte è responsabile dell’otite media acuta nei bambini.

 

È importante rivolgersi al proprio medico o ad un esperto in Otorinolaringoiatria quando si sospetta la presenza di un’otite. Il dottore saprà indicare il trattamento più adeguato per ogni paziente.  

Prof. Vittorio Ferrero
Otorinolaringoiatria

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies