La chirurgia estetica dei genitali femminili

La chirurgia estetica dei genitali femminili

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 08/08/2018
Editor: Top Doctors®

Questo tipo di chirurgie permette di correggere le anomalie congenite e riparare le conseguenze degli interventi mal riusciti ai genitali femminili. I migliori esperti in Chirurgia Plastica ed Estetica ci spiegano come funziona l’estetica genitale femminile.

 

Negli ultimi anni, la richiesta di interventi estetici per il miglioramento dei genitali femminili è cresciuta esponenzialmente, e principalmente per due ragioni: da un lato, a causa della nuova moda di depilarsi il pube e dall’altro, grazie all’avvento di nuove tecniche chirurgiche.

Il profilo delle pazienti è vario perché, come il resto del corpo, anche i genitali sono soggetti all’invecchiamento dettato dal passare degli anni. Inoltre, le gravidanze influiscono enormemente in questi cambi.

Per questo motivo, l’intervento di riduzione delle piccole labbra è più comune nelle pazienti giovani con gravidanze alle spalle, mentre quello delle grandi labbra è più frequente nelle pazienti di una certa età.

È possibile fare una classificazione delle differenti tecniche chirurgiche esistenti:

 

  • Riduzione delle piccole labbra: conosciuta anche come labio-plastica, si tratta di un intervento semplice, che viene effettuato sotto anestesia locale in ambulatorio.
  • Riduzione del clitoride: anche detta clitorido-plastica, questa chirurgia consiste nella riduzione chirurgica del cappuccio clitorideo, senza lesionare i nervi e senza compromettere la sua sensibilità.
  • Ringiovanimento vaginale: si tratta di un intervento di chirurgia estetica volto a rinforzare le pareti vaginali. È molto comune effettuarlo dopo il parto.
  • Aumento delle grandi labbra: questa chirurgia ha lo scopo di mascherare in parte le piccole labbra, diventate più evidenti a seguito dell'atrofia delle grandi labbra.
  • Liposuzione del pube: un eccesso di grasso nel monte pubico o monte di Venere può provocare un anomalo antiestetico rigonfiamento visibile attraverso i vestiti.

 

Altre tecniche meno abituali sono: ricostruzione del clitoride post-ablazione, ricostruzione dell’imene (imenoplastica), il PRP femminile etc. Tutti questi interventi possono essere realizzati contemporaneamente o per separato.

Gli interventi di chirurgia intima si effettuano in sala operatoria, sotto anestesia locale o tramite sedazione monitorata, di solito in ambulatorio. Sono molto utili per migliorare l’autostima della paziente e la sua vita sessuale. Generalmente, si tratta di interventi relativamente semplici per un chirurgo con esperienza, essendo molto basso il rischio di complicazioni.

 

 

 

 

Articolo redatto con la collaborazione del Dottor Esteban Sarmentero Ortiz, Chirurgo Plastico

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Chirurgia plastica e estetica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies