La presbiopia: un inevitabile difetto visivo

Autore: Top Doctors®
Pubblicato:
Editor: Top Doctors®

 

I nostri più esperti oculisti ci spiegano tutto ciò che dobbiamo sapere sulla presbiopia, che cos’è e come possiamo trattarla

 

 


Cos’è la presbiopia?

La presbiopia è un difetto della vista che consiste nella riduzione della capacità dell’occhio di mettere a fuoco. È un problema che riguarda il cristallino, la lente che permette la messa a fuoco. Questo perde la sua elasticità naturale e resta rigido, non riuscendo più a focalizzare l’obiettivo in maniera progressiva. I suoi effetti sono la perdita della vista da vicino: chi ne soffre è costretto ad allontanare gli oggetti per vederli nitidamente. Questo difetto è progressivo, ma si può correggere attraverso occhiali, lenti a contatto e persino con la chirurgia.

 

Quando si manifesta la presbiopia e come si può curare?

L’irrigidimento del cristallino comincia intorno ai 45 anni, è una situazione molto comune. Tutte le persone soffrono di questo problema prima o poi, anche se gli effetti possono essere molto diversi a seconda delle situazioni. Esiste un trattamento chirurgico che permette di correggere la presbiopia in modo permanente e consiste nel sostituire il cristallino rigido con uno artificiale. Questo permette di adattare la vista ad ogni distanza e il paziente non avrà più bisogno di utilizzare le lenti correttive.

 

La facoemulsificazione del cristallino

La facoemulsificazione per correggere la presbiopia è simile all’operazione per la cataratta. Come detto precedentemente si sostituisce il cristallino difettoso con un cristallino artificiale. Questo processo di microchirurgia si effettua sotto anestesia somministrata con delle gocce di collirio. Si tratta di un’incisione di 2 millimetri, non si effettuano ne punture ne punti, non c’è bisogno di tappare l’occhio e si può vedere già dopo poco tempo dall’operazione.

La facoemulsificazione è una delle tecniche sperimentate più permanenti e sicure per correggere la presbiopia. Inoltre evita l’apparizione di future cataratte e può aggiustare altri difetti come la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo.

 

Con la collaborazione del Dott. Marcos Gómez García

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Oculistica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies