Le differenti cause dell'anoressia nervosa

Le differenti cause dell'anoressia nervosa

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 18/08/2018
Editor: Top Doctors®

Il primo passo per curare l’anoressia nervosa è riconoscere di avere un problema. I migliori esperti in Psicologia ci parlano di questo disturbo e di come trattarlo nella maniera più adeguata.

 

L’anoressia nervosa: riconoscere di avere un problema

Il paziente affetto da anoressia nervosa non riconosce con facilità di avere un problema, al contrario, lo nega. Di conseguenza, il paziente tarderà molto in rivolgersi allo specialista, ed i suoi problemi, fisici e psicologici, saranno in uno stadio già molto avanzato.

Riconoscere di avere un problema è fondamentale per riuscire a curarsi. Infatti, è un passo fondamentale per potere iniziare una terapia e poter recuperare il peso perduto. Il trattamento più adeguato combina la terapia cognitiva con quella comportamentale. Affinché il trattamento abbia successo, è fondamentale conoscere l’origine della patologia.

Le cause dell’anoressia nervosa sono varie, e colpiscono in maniera differente ogni paziente. Inoltre, esistono vari fattori a rischio:

  1. Fattori genetici: è stato comprovato che, nelle famiglie con antecedenti di anoressia nervosa, ci sono più casi di disturbi alimentari, depressione e psicopatologie.
  2. Fattori socioculturali: sono la causa principale dell’anoressia nervosa. Oggigiorno, la società impone un estrema magrezza come canone di bellezza assoluto, impossibile da raggiungere senza ammalarsi.

 

Un'immagine distorta del corpo

Questo allontana il paziente dalla realtà e fomenta l’insoddisfazione verso il suo corpo: negli adolescenti, insicurezza a complessi sono all’ordine del giorno. Tutto ciò sfocia in un’insoddisfazione corporale: se, sin da bambini, si percepisce un’immagine distorta del proprio corpo, si è abituati a essere giudicati e presi in giro, è molto probabile che si creino scompensi psicologici, soprattutto se il nostro corpo è molto diverso dal canone imposto dalla società.

Inoltre, esistono aspetti del carattere o dello stato d’animo che possono avere un ruolo nell’origine della malattia. Da un lato, la bassa autostima: le persone con anoressia nervosa hanno un autostima molto bassa, sentono di non valere molto e hanno paura del rifiuto. Dall’altro lato, il perfezionismo: le persone estremamente esigenti con loro stessi e con le loro abitudini, saranno più predisposte a contrarre questa malattia.

 

 

 

Articolo redatto con la collaborazione della Dottoressa Moreno, esperta in Psicologia

 

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Psicologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies