Linfonodi ingrossati: infezione o tumore?

Autore: Prof. Andrea Di Cataldo
Pubblicato: | Aggiornato: 21/06/2018
Editor: Top Doctors®

Il linfonodo gonfio nei bambini spesso non è un problema di per sé ma è un campanello d’allarme: il Prof. Di Cataldo, esperto in Ematologia ed Oncologia Pediatrica a Catania, ci illustra il perché

 

Cosa sono i linfonodi?

I linfonodi sono piccoli organi estremamente diffusi nell’organismo. Sono presenti in tutte le parti del corpo e fanno parte del sistema linfatico. Tale sistema è predisposto alla difesa del nostro corpo da infezioni e tumori. 
Occorre tenere in considerazione che tutti i linfonodi si possono ingrossare, ovvero aumentano di volume tutte le volte che svolgono attivamente la loro funzione, sia per una infezione che per una neoplasia. 

 

Tonsille ingrossate

Uno dei principali punti di ingresso per i germi è la bocca: la conseguenza, abbastanza frequente, può essere l’ingrossamento delle tonsille (anch’esse organi del sistema linfatico). Se il batterio (o il virus) riesce a prevalere, supera la barriera tonsillare ed il successivo ostacolo è rappresentato dai linfonodi del collo. Per questo motivo, soprattutto nei bambini, si può verificare un ingrossamento dei linfonodi del collo. In un'altra parte del corpo, invece, se dovesse esserci un’infezione, per esempio in seguito ad una ferita del piede, si ingrossa il linfonodo dell’inguine. Perché accade tutto ciò? Perché l’infiammazione, in questi casi, colpisce i linfonodi più vicini, quelli adiacenti.

 

Linfonodi ingrossati: solo infiammazione?

Il carattere infettivo è la prima ragione per cui un linfonodo si ingrossa. Tuttavia, i linfonodi possono gonfiarsi anche per ragioni tumorali e con due meccanismi diversi:

 

  • Tumore di un organo; nel caso di un tumore al rene, per esempio, i linfonodi situati vicino al rene si ingrossano. Tuttavia, poiché sono interni all’addome, risulta difficile avere un riscontro ad una visita. Invece se il bambino presenta un tumore nel torace, può succedere che vicino al collo si ingrossino i linfonodi, specialmente quelli sovraclaveari, cioè accanto alla clavicola
  • Tumore dei linfonodi (linfoma); i linfomi non sono altro che tumori del sistema linfatico. Nel caso dei linfonodi del collo, a volte, l’ingrossamento è proprio dovuto ad un linfoma e non ad una forma infettiva.

Lo specialista, quindi, difronte ad un linfonodo ingrossato, deve porsi questa domanda: infezione o tumore? L’unica risposta certa è rappresentata dall’esame istologico: si preleva un linfonodo potenzialmente sospetto e l’anatomo-patologo realizzerà le dovute indagini microscopiche. Ma per prelevare un linfonodo occorre un piccolo intervento chirurgico, detto biopsia, e non è possibile eseguire un intervento ogni qualvolta troviamo un linfonodo ingrossato. Bisognerà quindi valutare con attenzione ogni singolo caso, stabilire eventuali esami del sangue o strumentali, e riservare la biopsia solo ai casi per i quali rimane il sospetto di tumore.

 

Editor: Valerio Bellio

Prof. Andrea Di Cataldo
Pediatria

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies