Psoriasi: alimentazione e farmaci

Autore: Prof. Paolo Gisondi
Pubblicato: | Aggiornato: 18/11/2018
Editor: Top Doctors®

Psoriasi: alimentazione e farmaci

La psoriasi, una malattia cronica infiammatoria della pelle, può essere tenuta sotto controllo con l’alimentazione e trattata con i farmaci biologici. Ne parla il Prof. Paolo Gisondi, esperto in Dermatologia a Verona

Psoriasi e alimentazione

Si stima che circa un 30-40% dei pazienti affetti da psoriasi grave presentano comorbilità metaboliche; in altre parole, la psoriasi può coesistere con altre patologie quali obesità, diabete, dislipidemia, ipertensione o steatosi epatica. Di conseguenza, l’alimentazione in questi pazienti affetti da psoriasi grave è di importanza cruciale. È fondamentale che i pazienti limitino il consumo dei carboidrati e tengano sotto controllo la glicemia e il diabete.

È stato infatti comprovato che mangiare in modo equilibrato non solamente contrasta le comorbilità metaboliche, ma migliora anche la risposta al trattamento della psoriasi.
Nel caso di pazienti obesi, è estremamente importante ristabilire il normale peso corporeo, ma soprattutto il grasso viscerale, che si accumula negli organi addominali. Si ritiene infatti che questo tipo di il grasso sia pro-infiammatorio e peggiori il manifestarsi della psoriasi.

Psoriasi e farmaci biologici

I farmaci biologici si definiscono così perché prodotti con delle tecniche di biologia molecolare. Questi farmaci hanno un profilo di efficacia e di sicurezza molto interessanti per il trattamento della psoriasi, consentendo di indurre e mantenere nel tempo una remissione clinica completa o quasi completa della maggior parte dei pazienti. 
Si tratta di farmaci il cui meccanismo di produzione è estremamente sofisticato; di conseguenza, il loro costo è a sua volta importante.

Fortunatamente, però, questi farmaci sono dispensati gratuitamente dal Servizio Sanitario Nazionale a quei pazienti che ne abbiano ricevuto prescrizione. 
I casi in cui il dermatologo è autorizzato a prescriverli sono i seguenti:
- Psoriasi grave, che impatta in modo significativo sulla qualità della vita del paziente;
- Mancata risposta o controindicazioni (per esempio metaboliche) ai farmaci convenzionali di primo livello.
A causa della natura sofisticata dei farmaci biologici, è opportuno che i pazienti continuino a sottoporsi a controlli medici periodici, e che si affidino alle mani di medici esperti.

Prof. Paolo Gisondi
Dermatologia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies