Sintomi e trattamento della sinusite

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 19/11/2017
Editor: Top Doctors®

La sinusite è l’infiammazione dei seni paranasali che può presentare diversi sintomi come la congestione nasale, sensazione di pressione facciale, perdita d’olfatto e, persino, febbre in alcuni casi. Il trattamento deve essere adeguato al tipo di sinusite; come ci spiega il nostro esperto in Otorinolaringoiatria il trattamento chirurgico è l’ultima alternativa possibile

L’infiammazione della mucosa nasale, dovuta ad un raffreddore o all’allergia, se persiste per una settimana, può sfociare in una ostruzione degli orifizi della ventilazione dei seni paranasali (attorno alla narice) e produce un deficit di ossigeno e alterazioni che favoriscono la colonizzazione da parte di virus e batteri; di conseguenza, si produce una infiammazione e/o infezione di tali seni, definita, appunto, sinusite.

 

Sintomi della sinusite

La definizione maggiormente accettata della rinosinusite è l’infiammazione del naso e dei seni paranasali, caratterizzata da vari sintomi, come l’ostruzione o la congestiona nasale (muco purulento), che possono comportare dolore e pressione facciale, perdita di olfatto, tosse e/o febbre. Al contrario di quanto possa farci credere la credenza popolare, il mal di testa non è correlato alla sinusite. Inoltre, occorre distinguere la sinusite acuta da quella cronica: la prima si manifesta in maniera rapida e ha una evoluzione di circa 12 settimane, mentre la seconda dura 12 settimane e comporta vari sintomi come la poliposi nasale.

 

Trattamento della sinusite

Nel trattamento della sinusite acuta occorre combattere l’infiammazione e l’ostruzione delle cavità sinusali oltre al trattamento antibiotico adeguato. In caso contrario, se non viene risolto il problema, il problema persiste e può acutizzarsi. Pertanto, la miglior terapia è legata all’assunzione di corticosteroidi topici o sistemici (in base alla gravità dei sintomi), gli antibiotici e i prodotti che favoriscono il drenaggio e l’espulsione del muco. Solo per i casi più complicati occorre valutare l’operazione chirurgica. Il trattamento della sinusite cronica, invece, risulta più complesso e di maggiore durata. In tal caso, vengono sfruttati gli antibiotici, presi una volta a settimana per 3 mesi, oltre ai corticosteroidi topici, lavaggi e, infine, chirurgia endoscopica al fine di eliminare le zone infette o i polipi che ne causano l’ostruzione.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Otorinolaringoiatria


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies