Tumori ai reni: sintomi e trattamento

Autore: Top Doctors®
Pubblicato: | Aggiornato: 19/11/2017
Editor: Top Doctors®

Il tumore ai reni non è più una patologia invincibile. Come ci spiega il nostro esperto in Urologia, i trattamenti odierni, farmacologici e chirurgici, consentono di ostacolare l’accrescimento del tumore o sconfiggerlo del tutto

Si tratta di un cancro diffuso sia tra gli uomini che tra le donne. Generalmente si manifesta nel tessuto del rene e il suo accrescimento espansivo va a ostacolare le funzioni dell’organo; quando raggiunge un volume significativo può estendersi dando luogo a metastasi. I sintomi che presenta questo tipo di cancro sono legati alla presenza di sangue nell’urina e, se il tumore raggiunge un volume significativo, alla comparsa di un nodulo palpabile nell’addome. Tuttavia, la maggior parte di questi tumori vendono diagnosticati in maniera casuale, ovvero il paziente non manifesta alcun sintomo riconducibile al tumore fin quando non viene effettuata una ecografia o scan come la TAC addominale. Anche quando si presentano sintomi differenti, come problemi digestivi o perdita di appetito, si può ipotizzare la presenza di un tumore ai reni. 

 

In cosa consiste il trattamento del tumore ai reni? È sempre necessaria l’estirpazione del tumore?

Il trattamento del tumore al rene prevede l’operazione chirurgica. Difatti, occorre sempre estirpare la totalità delle lesioni e, a volte, se il volume del tumore è significativo (maggiore di 7 cm), è necessaria l’asportazione del rene. In molti casi, invece, quando il volume del tumore è inferiore ai 4 cm viene effettuato un trattamento conservativo, ovvero viene asportata solo una parte dell’organo. Le alternative alla chirurgia tradizionale si chiamano ‘criochirurgia’ e 'ultrasuoni ad alta intensità' che vengono applicati solo in pazienti in età avanzata, nonostante i risultati non siano gli stessi della suddetta tecnica convenzionale.

 

In seguito all’asportazione del rene, come reagisce l’organismo?

In seguito all’asportazione chirurgica di queste lesioni, la maggior parte dei pazienti presenta un buon decorso e non necessita di alcun trattamento medico, né di tipo dietetico; per i pazienti colpiti da metastasi sarà necessario effettuare un trattamento adeguato. Al giorno d’oggi la medicina dispone di farmaci anti-angiogenici (sotto forma di compresse) che hanno registrato un effetto positivo sull’organismo del paziente. In sostanza, anche nel caso di tumori ai reni di grave entità vi è la possibilità di affidarsi ad un trattamento efficace per combattere il cancro.

 Redazione di Topdoctors

Redazione di Topdoctors
Urologia


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies